Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

E' morto il patron dell'hotel Hassler Roberto E. Wirth

E' morto il patron dell'hotel Hassler Roberto E. Wirth

Aveva 72 anni

05 giugno 2022, 23:49

Redazione ANSA

ANSACheck

E ' morto il patron dell 'hotel Hassler Roberto E. Wirth - RIPRODUZIONE RISERVATA

E ' morto il patron dell 'hotel Hassler Roberto E. Wirth - RIPRODUZIONE RISERVATA
E ' morto il patron dell 'hotel Hassler Roberto E. Wirth - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il patron dell'hotel Hassler, l'imprenditore Roberto E. Wirth è morto improvvisamente oggi a 72 anni. Appartenente alla quinta generazione di una famiglia di albergatori svizzeri, Roberto Wirth, sordo profondo dalla nascita, è riuscito a far diventare il suo Hassler, a Trinità dei Monti, nel cuore storico della Capitale, un'icona dell'hotellerie a livello mondiale che annovera il ristorante stellato Imago. Con il suo motto "Never give up" (non mollare mai), poi, è riuscito nel corso degli anni ad espandere e sviluppare l'azienda di famiglia e ad ampliare il suo portfolio: Il Palazzetto, Parco del Principe in Toscana, Borgo Bastia Creti in Umbria e Hotel Vannucci a Città della Pieve. Li chiamava "I miei 5 gioielli". La sua educazione e le sue esperienze formative a Milano, alla Scuola alberghiera di Stresa ed infine alla Cornell University sono state - informa una nota - le basi del grande uomo e imprenditore. Non ha mai smesso di impegnarsi in prima persona sia per la sua città di Roma, dove come Presidente dell'Associazione di via Sistina-via F. Crispi si è sempre battuto per la riqualificazione e il decoro del centro storico, che per la sua Onlus Cabss che dal 2004 supporta i bambini sordi e sordociechi da 0 a 6 anni e le loro famiglie. Raccontando e facendo conoscere le tappe della sua vita anche attraverso la sua biografia - prosegue la nota - "Il silenzio è stato il mio primo compagno di giochi" ha portato avanti il suo messaggio: "guardare sempre avanti con determinazione e fiducia. Nella vita tutto è possibile e, con impegno, tutti possono farcela. Noi sordi possiamo fare tutto, tranne sentire". Nel 1992 ha istituito una borsa di studio "Fulbright - Roberto Wirth" dando la possibilità a giovani laureati sordi e udenti la possibilità di specializzarsi presso la Gallaudet University, Washington D.C. (Usa), in un'area che apporti beneficio ai bambini sordi e sordociechi italiani. Gallaudet University è l'unico ateneo al mondo bilingue (American Sign Language e Inglese), accessibile anche agli studenti sordi e sordastri. Sarà, ora compito dei suoi figli, Veruschka e Roberto Jr,portare avanti "con estremo orgoglio l'eredità del papà".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza