Giornata pizza: Mugnai, farine per 400 mila tonnellate

Italmopa, decisiva la qualità delle migliori materie prime

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Non esistono regole universali e ogni pizzaiolo è libero di sperimentare un proprio impasto, tenendo tuttavia presente che deve essere elastico e, allo stesso tempo, morbido e tenace. A parlare è Italmopa - Associazione Industriali Mugnai d'Italia aderente a Federalimentare, che scende in campo in occasione della Giornata mondiale della pizza in programma il 17 gennaio. Secondo gli ultimi dati dei Molitori sono 400 mila le tonnellate di sfarinati di frumento tenero destinati in Italia alla produzione di pizza. "La qualità della pizza italiana è riconosciuta in tutto il mondo anche grazie al lavoro dei nostri Mugnai che producono farine di frumento tenero naturali, genuine e di assolutaqualità", spiega il presidente della Sezione Molini a frumento tenero Giorgio Agugiaro, "derivanti dalla selezione e miscelazione delle migliori materie prime, quale che sia la loro origine, che proprio per le loro caratteristiche vengono oggi esportate". Per quanto riguarda invece la pizza preferita dagli italiani, secondo un recente sondaggio Doxa-Italmopa, la margherita si aggiudica il primo posto con il 57% circa delle preferenze, davanti alla pizza Napoli (17%) e alla quattro stagioni (8%). Quanto alle nuove modalità di consumo della pizza dovute alle misure anti-Covid, oggi avviene prevalentemente tramite l'asporto che però non compensa la mancata richiesta derivante dalla chiusura delle pizzerie e, più in generale, dei locali adibiti alla ristorazione. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie