Nasce la pizza col mulino, a Milano scegli anche la farina

Riscoperta grani antichi con Vesi e stanza dei dolci di Varriale

Redazione ANSA ROMA

Farina per la pizza prodotta "in diretta" da grani antichi italiani, qualità Saragolla e Carosella, grazie ad un vero mulino a pietra montato all'interno del locale e una stanza dei dolci dove sono esposte, come in un atelier d'alta moda tutte le delizie come babà, crostate, tiramisù, sfogliate ricce e frolle, caprese, pastiera napoletana, delizia al limone, code di aragoste, torta al limoncello e molto altro.

Apre a fine giugno una vera e propria cattedrale del gusto a cento metri dal Duomo di Milano, che vedrà protagonisti il maestro pasticciere Salvatore Varriale e lo chef pizzaiolo Giuseppe Vesi. Il lato pizzeria è affidato a Giuseppe Vesi, già ideatore del marchio Pizza Gourmet. Figlio di una storica famiglia di pizzaioli napoletani, ha scelto di utilizzare soltanto farine macinate a pietra e sta lavorando all'introduzione di prodotti 100% italiani. Ha vinto la puntata napoletana della trasmissione "Quattro ristoranti" dedicata alla pizza. E ora mette al centro del locale il mulino, con macine a pietra, in cui la farina, ottenuta da grani antichi italiani al cento per cento, utilizzata per fare la pizza sarà realizzata al momento.

Varriale è una delle grandi firme della pasticceria. Vincitore della puntata napoletana di "Best Bakery" ha ridato vita ai sapori tradizionali. Famosa è la sua pastiera che rilancia l'idea di un recupero della vera cucina di una volta.E' delegato regionale della Confederazione Pasticcieri Italiani ed è uno dei più autorevoli membri dell'Accademia dei Mastri Pasticcieri Italiani di cui fa parte dal 1999.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie