Caro gasolio: a Termoli flash-mob in porto, pesca ferma

Armatori, fine mese arrivato e non sappiamo come pagare marinai

Redazione ANSA TERMOLI
(ANSA) - TERMOLI, 31 MAG - Pescatori di Termoli manifestano, oggi, in porto con un nuovo flash-mob in tre zone diverse dello scalo, in serata riunione di tutta la marineria molisana e domani tutte le unità di pesca scenderanno di nuovo in banchina al grido di "pronti ad andare in pesca, ma non si può" a causa del caro gasolio.

Oggi il presidente dell'Associazione Armatori Pesca del Molise sottolinea il "nulla di fatto" del tavolo di crisi aperto a Roma la scorsa settimana. "Le associazioni di categoria ci hanno informato che nulla è cambiato e che nemmeno si sono incontrati - ha dichiarato Marinucci -. L'unico esito positivo finora riguarda la pubblicazione del decreto che assegna 15 milioni per sostenere le imprese di pesca. Una media di 3.800 euro una tantum a imbarcazione, con 3 persone di equipaggio imbarcato e un consumo di 1000 litri di gasolio al giorno. Non è ancora chiaro, però, se la richiesta della regolarità contributiva sia una condizione di ammissibilità o di erogabilità, come richiesto dalle associazioni di categoria. La principale richiesta, ovvero la diminuzione del prezzo del gasolio, non è stata presa in considerazione dal Governo. Per le altre misure: credito di imposta, attivazione della cassa integrazione, fermo volontario tipo bellico e pagamento del fermo 2021, non se ne parla ancora.

E i tempi sono più che lunghi. Ringraziamo, comunque, il sottosegretario Battistoni e il Mipaaf, ma chiediamo tempi più celeri perché fine mese è arrivato e non sappiamo come pagare un compenso accettabile ai marinai".

Prosegue, quindi, lo stato di agitazione. I marittimi sono al lavoro per organizzare una grande manifestazione a Roma.

Intanto, dalla marineria termolese Concetta Papponetti si rivolge a Mattarella e Draghi. "A voi presidenti della nostra bella Italia, mi auguro che ascoltiate questo mio sfogo. Sono mamma di pescatori di Termoli e, con altre marinerie d'Italia, chiedo: come mai i pescatori non sono mai ascoltati?". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie