Pari opportunita' , le priorità secondo le "regine" del food

Investire nella scuola a tempo pieno per non perdere chance di business

(di Alessandra Moneti)

- La parita' di genere menzionata otto volte nel discorso programmatico al Senato del neo presidente del Consiglio Mario Draghi ha spinto le regine del food - manager-donna della filiera agroalimentare e distributiva in Italia - a esprimere soddisfazione per la scalata del tema gender gap nell'agenda politica, in un confronto promosso in streaming dalla rivista specializzata Food.

Molte sono le realta' produttive ad aver promosso la flessibilita' e il lavoro da remoto ma, secondo Chiara Nasi, presidente e Ad di Cirfood, da questo governo sarebbe auspicabile un investimento nelle scuole a tempo pieno. "Al Centro-Nord ce ne sono - ha precisato Nasi - perche' e' una esigenza diffusa, ma al Sud sono una rarita' e questo non facilita la conciliazione dell'impegno professionale e familiare. Si svilupperebbe peraltro anche la refezione scolastica con la possibilita' in un circolo virtuoso, di assunzioni prevalentemente femminili, la categoria che piu' posti di lavoro ha perso per la crisi dettata dalla pandemia. Proprio la crisi evidenzia - a giudizio dell'Ad di Cirfood - il momento di metterci alla prova perche' le donne sono molto dinamiche, organizzate e portatrici di una visione".

"Urgono investimenti su scuole e asili - ha concordato Marina Mastromauro, Ad del pastificio pugliese Granoro - ma per il rilancio dell'occupazione femminile in tutta Italia affinche' non ci sia la scelta o scuola o lavoro. E questo non e' una questione meridionale, perche' nei servizi di assistenza ci sono tanti Sud anche al Nord" ha detto, sottolineando poi la maggiore capacita' di lavorare in team delle donne rispetto alla forte competitivita' maschile.

Mentre Giulia Poli, che ha lanciato Alexa in Italia, ha sottolineato che in Amazon e' gia' stata raggiunta la parita' salariale. "Siamo molto orgogliosi quest'anno del riconoscimento di azienda top employement" ha detto la manager di Amazon Italia annunciando la terza edizione delle borse di studio Women Innovation per studentesse di ingegneria informatica al Politecnico di Milano, Torino, Universita' Tor Vergata e di Cagliari.

La grande distribuzione e' un settore molto maschile, ma "in 18 mesi - ha annunciato Rossella Brenna, Ad Unes supermercati - siamo riusciti a triplicare le figure dirigenziali in rosa e a incrementare del 300% le assunzioni di donne nel ruolo di quadro. Ma soprattutto abbiamo creato un piano di successione con donne vicedirettori, la famosa "banchina". Ora il nostro obiettivo e' portare a bordo gli uomini del Gruppo in questo passaggio culturale, facendo si' che sia partecipato e non subi' to".

Su questo percorso, un manifesto programmatico in nove punti e' stato presentato da Valore D, associazione di 220 aziende che da 11 anni lavora sui temi dell'inclusione. "Vogliamo combattere il gradino rotto che nella carriera professionale le donne non riescono ancora a salire - ha detto il vice presidente di Valore D, Luca Alemanno - creando una cultura aziendale che creda nella diversita' e nell'inclusione, dando a tutti le stesse possibilita' di accesso alle giuste posizioni". Anche perche' , ha osservato Paola Pomi, Ad e italian ambassador Sinfo One,"se lasciamo cosi' le cose perdiamo opportunita' di business. Del resto tutti parlano di innovazione ma puo' farla solo chi ha un punto di vista diverso".

Empatia, organizzazione, capacita' di ascolto e coraggio sembrano, a detta delle manager della filiera agroalimentare, valori tipicamente femminile ma per sfondare il famigerato soffitto di cristallo, secondo Silvia Bagliani, Ad Mondelez International- Italia, "occorre uno stile di leadership piu' vicina, accessibile, che punti a creare connessione, ma le donne devono avere piu' coraggio e fiducia nella proprie competenze".

Tre esortazioni di Alemanno alle donne: siate piu' ambiziose, convinte dei propri mezzi senza dover essere perfette; essere coese. Per Paola Pomi e' tempo di incoraggiare la fiducia, superare il cerchio di sicurezza, praticare la capacita' di accoglienza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie