Covid, sul Dark Web è cresciuta la vendita di farmaci e mascherine

Da gennaio a novembre 2020 è fiorita un'economia ombra

Redazione ANSA

Quello che non si trovava nei normali negozi, lo si è cercato nel Dark Web. Nel 2020 l'emergenza sanitaria, la crisi economica e il panico da disinformazione hanno spinto molte persone verso un'economia ombra. Mercati paralleli dove si potevano comprare dalle mascherine ai farmaci anti-Covid fino ai manuali per frodi sfruttando l'epidemia. Lo indica l'analisi condotta dal matematico italiano Andrea Baronchelli, dell'Università di Londra, pubblicata sullo European Physical Journal Data Science.

Sui siti dei mercati del Dark web, accessibili attraverso browser specializzati, si può trovare di tutto a buon mercato, dai farmaci alle armi da fuoco alle finte identità digitali e si paga con le criptomonete. I ricercatori hanno esaminato un elenco di oltre 851.000 pagine di prodotti prese da 30 diversi mercati di Dark web tra il 1 gennaio e il 16 novembre (poco prima dell'inizio della vaccinazione nel Regno Unito) scorsi. "Abbiamo così identificato 788 elenchi collegati a prodotti per il Covid-19, cioè delle pagine tutte su un prodotto collegato al Covid", spiega all'ANSA Baronchelli. Al tempo stesso hanno monitorato l'evoluzione nel tempo dei vari tipi di prodotti venduti, come dispositivi di protezione, farmaci (idrossiclorochina) e manuali per frodi mediche, e confrontato i flussi delle vendite in relazione all'attenzione del pubblico attraverso i post su Twitter e le visite su Wikipedia.
In questo modo hanno visto che i vari black market rispondevano velocemente ai segnali dell'economia tradizionale, aumentando o diminuendo la fornitura di beni a seconda della disponibilità sui mercati regolati. Ad esempio, le mascherine sono comparse sul dark web a marzo, quando scarseggiavano ovunque, per poi calare quando si trovavano facilmente nei negozi nei mesi successivi. I dispositivi di protezione sono la categoria più consistente, seguita dai farmaci e le truffe, con l'acquisto di manuali su come fare soldi sfruttando le carenze e le falle di sicurezza. "C'è una varietà di prodotti sul Dark Web - conclude - che risponde alle fake news. Serve un monitoraggio continuo su questi siti, con cui la gente può mettere a rischio la propria salute, specialmente ora con le attuali carenze dei vaccini".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA