Vaccini, cibo e sport, una guida per le vacanze in salute

Regola 3M, vitamine, attenzione a salute dei polmoni e a clima

Redazione ANSA ROMA

Tenere alta la guardia, sia prima che dopo la vaccinazione, ed essere consapevoli di tutti quei comportamenti pratici che possono contribuire a limitare i rischi di contagio, aumentare le difese del sistema immunitario e in particolare delle vie respiratorie. A indicarlo è la guida pratica 'Estate, io sono pronto', ideata da Maria Pia Foschino Barbaro, ordinario di Malattie dell'Apparato Respiratorio dell'Università di Foggia, e promossa da Zambon Italia. La guida evidenzia le 10 cose da sapere.

"L'emergenza sanitaria non è ancora finita e, sia prima che dopo il proprio turno di vaccinazione, è bene adottare un comportamento responsabile e non passivo", commenta Maria Pia Foschino Barbaro. In primis quindi, "mantenere la guardia alta" evitando situazioni di possibile contagio anche se si è vaccinati. All'aperto che al chiuso dovrebbe vigere "la regola delle 3 M": mascherine lavaggio mani e distanza di almeno un metro. In terzo luogo difendere i polmoni dallo stress ossidativo aumentando le difese immunitarie.

"Nei pazienti con polmoniti e sindrome da distress respiratorio acuto - spiega - si riscontrano livelli particolarmente bassi di glutatione, una sostanza prodotta dal fegato: per stimolarne la produzione endogena può così essere di aiuto il ricorso alla N-Acetilcisteina, una molecola antiossidante che deriva da un amminoacido naturale in grado di aumentare difese del sistema immunitario e delle vie respiratorie". Inoltre, vanno scelte bene non solo le mete, preferendo quelle non urbane e non inquinate, ma anche i mezzi di trasporto, evitando quelli troppo affollati. Per l'alimentazione puntare su "micronutrienti che hanno dimostrato di poter supportare il sistema immunitario, come le vitamine C e D". Non dimenticare di fare "sport a pieni polmoni" come nuoto, Yoga e sport aerobici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA