Volkswagen ID 1, per 'attaccare mercato elettrico dal basso'

Costruita in Spagna potrebbe costare meno di 20mila euro

Redazione ANSA ROMA

 Arriverà nel 2025 la prima Volkswagen elettrica entry level che sarà denominata ID 1, ma che - secondo quanto anticipa il magazine britannico Autocar - non assomiglierà al concept ID Life che era stato mostrato nel 2021 alla IAA di Monaco.
    ID 1 avrà invece una personalità stilistica più vicina al mondo delle attuali Volkswagen elettriche e, soprattutto, alla futura berlina Trinity che dovrebbe essere lanciata proprio in quel periodo.
    Un bozzetto ricostruito da Autocar mostra infatti una silhouette più slanciata e muscolosa - rispetto alla 'utilitaria' ID Life - con un frontale spigoloso e stilemi ID ben evidenti come la barra luminosa anteriore orizzontale, che servirà a consolidare la posizione di questa nuova elettrica 'd'ingresso' nella famiglia ID in espansione.
    Il Gruppo di Wolfsburg avrebbe deciso di collocare la produzione di questo modello, da cui deriveranno anche altre 'entry level' per i brand Cupra e Skoda, in Spagna, a differenza dell'attuale e-Up! fabbricata a Bratislava in Slovacchia.
    Questa decisione rientra nel colossale investimento di 10 miliardi di euro del Gruppo Volkswagen che ha sottoscritto un importante accordo col governo spagnolo - il progetto strategico per il programma di ripresa e trasformazione economica (PERTE) - per veicoli elettrici e connessi.
    Questo con l'obiettivo di fare della Spagna un hub europeo per la mobilità elettrica. Il programma prevede anche una Gigafactory che avrà una capacità produttiva annua di 40 GWh e impiegherà più di 3.000 persone, fornendo il volume totale di celle a Martorell e Pamplona. La nuova EV Volkswagen di taglia Polo utilizzerà una versione specifica della piattaforma dell'ID 3, denominata MEB Entry e accorciata di circa 100 mm. La maggiore novità rispetto alle varie ID già sul mercato sarà la posizione del motore, collocato anteriormente (come appunto nel concept ID Life).
    Si dovrebbe trattare di una versione specifica dell'unità da 231 Cv, alimentata con batteria da 57 kWh e capace di offrire un'autonomia di quasi 400 km. Il magazine britannico Autocar segnala anche un'ipotesi di prezzo al pubblico della ID 1 - oggi difficilmente prevedibile per l'innalzamento di tutti i costi - e che punterebbe ad essere inferiore a 20mila euro, addirittura inferiore a quello della Dacia Spring.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie