Fulminea, prima hypercar full-electric stradale d'Italia

E' di Automobili Estrema. Il 13/5 al Mauto, sul mercato nel 2023

Redazione ANSA TORINO

Debutta Fulminea, la full-electric hypercar stradale di Automobili Estrema. Sarà presentata dal vivo giovedì 13 maggio al Museo dell'Automobile di Torino e arriverà sul mercato nella seconda metà del 2023 con 61 unità.
    Il valore è stimato intorno a 2 milioni di euro.
    L'azienda è nata nel 2020 da una idea di Gianfranco Pizzuto, da sempre imprenditore visionario dell'elettrico. L'auto da 1,5 MW di potenza (2.040 CV) e innovativo pacchetto batteria "ibrido" realizzato con celle allo stato solido e supercondensatori sarà visibile sotto forma di modello di stile in scala 1:1.
    "Automobili Estrema - spiega Pizzuto, che è ceo dell'azienda - è una realtà nata poco più di un anno fa, in piena pandemia, a Modena, dove sta sorgendo la fabbrica, e Torino, dove operano i nostri team di design e modellazione. La nostra sfida è entrare nel mondo della mobilità elettrica italiana da assoluti protagonisti e iniziamo a farlo presentando Fulminea, una vettura con tutte le caratteristiche di una racing car: alte prestazioni, tecnologie all'avanguardia e materiali premium come il carbonio, ma con una propulsione full-electric di ultima generazione, unica al mondo. Fulminea vuole essere una nuova eccellenza del Made in Italy, Made in Modena dove si svolgono le fasi di engineering e assemblaggio, e Made in Torino, città dove, grazie alla collaborazione con lo studio Epta Design, UCIF Modelli ed Est Mobile sono stati realizzati lo stile e la modellazione della nostra hypercar".
  Il pacco batterie sarà progettato e prodotto in collaborazione con Imecar Elektronic. “La nostra batteria avrà una gestione del Bms (battery management system) con un software innovativo dotato di A.I. (Intelligenza artificiale) fornito da Electra Vehicles che ha lavorato al rover spaziale della Nasa e che attualmente è su Marte” afferma Pizzuto. Il sistema propulsivo è dotato 4 motori elettrici con una potenza di picco complessiva di 1,5 Mw (2.040 CV), che permette a Fulminea di accelerare da 0 a 320 km/h in meno di 10 secondi. Il pacco batterie ha una capacità di 100 kWh con un’autonomia prevista secondo il ciclo WLTP di 520 km. Grazie all’utilizzo delle celle allo stato solido, la batteria ibrida ad alte prestazioni che si avvale della tecnologia “cell to pack” arriverà a toccare una densità energetica da record con ben 500Wh/kg che equivalgono a 1.200 Wh/l, con un peso di batteria di soli 300 kg e una massa totale in ordine di marcia di 1.500 kg.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie