Società & Diritti

Benessere è priorità su tutto, dal design al fitness siamo in pieno 'well-ismo'

Carte da parati 'meditative', tecnologia indossabile per monitorare la salute e attività di gruppo

Yoga sui tetti foto iStock. © Ansa
  • (di Agnese Ferrara)
  • 04 gennaio 2023
  • 18:52

L'aumento del desiderio di natura, di una alimentazione sana, di più tempo libero per sé per fare movimento e meditazione in nome del proprio wellness, dimostrano cambiamenti concreti nella nostra vita quotidiana. Due analisi mondiali degne di nota: le tendenze del wellness nel design messe a punto dal Global Wellness Institute e i trend del fitness mondiale per il 2023, appena pubblicati sull’Health and Fitness journal dell’American College of sports medicine vanno nella medesima direzione come macrotendenza del 2023.
Dagli Stati Uniti all’Europa cresce il desiderio di stare bene. Dalla progettazione degli spazi indoor e outdoor in chiave wellness, ai sistemi per mantenersi in forma e in salute, con App che integrano l'attività fisica con alimentazione ad hoc. Tutto coniugato allo stare bene.
 



“I nostri spazi migliorano la nostra vita privata e pubblica. Case e uffici saranno sempre più organizzati per essere in grado di elevare e nutrire lo spirito e la salute. Ritagliarsi del tempo per meditare e stare bene, qui e ora, magari anche solo pochi minuti al giorno facendo attività di routine è una richiesta crescente e il design soddisfa tali nuovi priorità. Il wellness sale infatti al primo posto dei nostri bisogni superando quelli di ricchezza, - spiega Veronica Schreibeis Smith, CEO della Vera Iconica Architecture, studio di wellness-architettura con diverse sedi in Nord e Sud America. – La nuova dimensione del benessere come priorità sarà sempre più supportata dalla nuova branca della ‘wellness-architettura’ che tiene conto dell’aspetto sociale, culturale, ecologico, psicologico, emozionale e intellettuale delle persone nel progettare condomini, appartamenti, case private con materiali, spazi ed oggetti che hanno un effetto benefico diretto sulle persone”.



“La pandemia ha fatto nascere molti dubbi sulle nostre abitudini precedenti, - sottolinea Flore Pradére, Research director , esperta in expert in Human experience and Human performance alla ILL Work Dynamics di Parigi. - Una nuova ondata di architetti sta creando splendidi spazi che fanno sentire bene gli occupanti con la vita. Passiamo il 90% della nostra vita al chiuso e l’ambiente indoor incide sul nostro benessere. Il 2023 vedrà trasformare gli spazi vitali, fino ad oggi vissuti abbastanza passivamente, in luoghi rigenerativi. Il cambiamento sta avvenendo anche per la vita che conduciamo all’aperto. Abbiamo bisogno di luoghi per rigenerarci. Non siamo più disposti a rinunciare, stiamo andando dal fenomeno crescente dell’ambientalismo a quello del well-ismo”.
Si va dall’illuminazione progettata per incrementare il senso di benessere, con luce artificiale, naturale, all'uso di tendaggi e carte da parati ad effetto rilassante e meditativo, oppure energizzante, alle condizioni termiche indoor in grado di migliorare il sonno del 25%. Dall’uso di alcune piante e alla creazione di boschi verticali indoor in grado di purificare l’aria domestica o degli uffici.
“E’ stato dimostrato che alcune piante, anche abbinate all’uso di filtri a carboni attivi, siano in grado di abbattere le sostanze tossiche da fumo di sigaretta, batteri, solventi e radon” , spiegano gli architetti di Vera Iconica Architecture.
Conferma il fenomeno wellness crescente come priorità della vita quotidiana anche il nuovo sondaggio condotto nei principali paesi del mondo dall’American College of sports medicine. I ricercatori hanno appena stilato i trend più dirompenti del 2023: la tecnologia indossabile, che include fitness tracker, smartwatch, cardiofrequenzimetri e dispositivi di tracciamento GPS in grado di monitorare il benessere si piazza così al primo posto della nostra vita. “Questi dispositivi vengono utilizzati come contapassi e cardiofrequenzimetro e possono monitorare la temperatura corporea, le calorie, il tempo che si passa seduti, il tempo di sonno e molto altro. Alcuni anche la pressione sanguigna, la saturazione di ossigeno, la temperatura corporea, la frequenza respiratoria e l'elettrocardiogramma”, spiegano gli analisti.
I trend del benessere del 2023 includeranno anche un aumento degli adepti del ‘body weight training’ , ovvero l’uso del proprio corpo come peso per allenamenti di resistenza. “Un sistema di esercizi che prevede un minimo equipaggiamento e poco spazio e che si può svolgere anche in ambienti domestici “ spiegano gli analisti. Segue l’allenamento ‘funzionale’, indicato per gli anziani e per coloro che soffrono di difficoltà motorie. Si basa infatti su esercizi per migliorare equilibrio, coordinamento, resistenza nelle attività della vita di tutti i giorni. “Questa è una tendenza che enfatizza e soddisfa le esigenze di fitness del baby boom e delle generazioni più vecchie, - spiegano gli autori della ricerca. - Le persone vivono più a lungo, lavorano più a lungo e desiderano rimanere in buona salute e fisicamente attive per tutta la loro vita”. Inclusi tra i trend 2023 anche le molteplici attività fisiche all’aperto, soprattutto svolte in gruppo nei parchi e nei giardini cittadini. Tra i corsi fitness più cool si segnala anche il cosidetto HIIT, ovvero l’High intensity interval training a base di esercizi di molti tipi e ad alta intensità, intervallati con periodi di riposo e recupero. Tutto condito da programmi di nutrizione mirata a mantenere un rapporto tra massa magra e grassa a favore della prima e al consumo di calorie accelerato dall’attivita fisica. Seguono l’allenamento wellness con i pesi liberi, per allenarsi anche a casa propria in spazi dedicati con bilancieri, manubri e kettlebell, palla medica. Tutto si può fare dove si preferisce, in spazi casalinghi o all'aperto. 
Le palestre cambieranno arredamento e atmosfera a misura di capelli bianchi : dalle luci alla scelta della musica, dagli spazi progettati a misura di acciacchi fisici all’offerta di programmi fitness per over 60.
Di pari passo è esploso l’amore per l’attività all'aperto, da fare soprattutto insieme agli altri e meno da soli. “Passeggiate di gruppo, passeggiate a cavallo o escursioni organizzate, oltre alla corsa. I partecipanti si incontrano in un parco locale, in un'area escursionistica o su una pista ciclabile in genere con un trainer”. Sul fronte dell'alimentazione, infine, assisteremo al consolidarsi del boom di programmi fitness per la perdita di peso, integrando l’ attività fisica con diete e corsi di cucina light, impartiti tramite APP e videotutorial oppure con l'aiuto di personal trainers.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie