Beauty & Fitness

La crisi del benessere mentale, sentirci meglio è la priorità del nuovo wellness

Settore ad una svolta con l'ansia generata dalla pandemia, il fitness spirituale guida il trend

Il fitness spirituale, quello che ci fa sentire meglio in questo periodo è il macrotrend del wellness. Meditare all'aria aperta, foto iStock. © Ansa
  • (di Agnese Ferrara)
  • 21 febbraio 2021
  • 20:20

Di pari passo con il mondo da un anno sotto scacco della pandemia - le ansie per la salute, la crisi economica e le ingiustizie sociali accentuate, le politiche che vorremmo più vicine ai cittadini - tutto cambia, ci fa sentire agitati e si assiste ad una vera e propria 'crisi della salute mentale' perchè alle prese con il Covid-19 ogni singolo aspetto della vita umana ci sembra diverso, cambiando le priorità acquisite. Cresce in modo spasmodico il bisogno di protezione, di stare bene a casa, al lavoro, all’aria aperta, in vacanza (quando riprenderemo a viaggiare). E’ la necessità vitale di ‘sentirci meglio’ il nodo del cambiamento che si riflette in tutto il comparto del wellness, la cui economia macina 4.5 trilioni di dollari nel mondo.
sta per subire secondo il nuovo report sui trend del wellness mondiale 2021. Lo studio è stato appena presentato dagli analisti del Global Wellness Insitute in una conferenza stampa in streaming a cui hanno partecipato migliaia di addetti ai lavori da tutti i paesi. Le chiusure forzate di palestre, centri benessere e Spa nel mondo stanno facendo ripensare l’offerta che non sarà più quella sperimentata gli anni passati. La ginnastica è un lontano ricordo, è il fitness spirituale e salutare quello in questa fase ci assiste nei momenti più stressanti e nelle difficoltà a credere che i problemi accentuati dalla pandemia si risolveranno presto. Il bisogno di benessere si anniderà in moltissimi settori: dal cinema alla tv, dalla musica all’architettura, in casa, al lavoro (smart working o no), all’aperto fino ai viaggi che torneremo a fare ma in modo del tutto nuovo. Ha spiegato Susie Ellis, Ceo del GWS. "Viviamo una crisi del benessere mentale che ha cambiato ogni aspetto della vita umana. La crisi ha reso il benessere radicalmente più importante per le persone dall'oggi al domani, una assoluta priorità,mentre il COVID-19 ci ha esposti ad un terribile costo umano. Tutto ciò ha rafforzato in modo evidente la ricerca del ‘benessere preventivo’. L’industria del wellness si era concentrata in passato soprattutto su soluzioni elitarie, iper-trendy e senza prove scientifiche che improvvisamente sembrano così out oggi".
Il benessere dunque è ad una svolta. Il settore sarà più inclusivo, accessibile e conveniente con l’obiettivo di far ritrovare equilibrio e calma al popolo crescente di stressati che ora vogliono garanzie di efficacia dei sistemi proposti dai guru del fitness e della meditazione. Dal report si delineano alcune forti tendenze che contagiano moltissimi campi: dall’industria dell’intrattenimento come serie tv, docu-fiction e film dedicati alla ricerca del benessere, alla musica che propone tracce musicali a scopo calmante (il business delle App con musica a tema è già schizzato alle stelle dal 2020).

- Leggi Buona notte con Harry Styles, le voci delle star per le app di meditazione 

 Dall’architettura che progetterà case ‘spirituali’ con aree dedicate alla meditazione, alla preghiera, al wellness olistico e allo yoga. Oltre a creare angoli per il fitness casalingo come praticato nei vari lockdown nel 2021 modificheremo verande, salotti, parti di terrazze e giardini per creare spazi per momenti sacri e solo per noi.Altro forte bisogno impellente sarà ‘respirare’ bene, pulito, lontano dallo smog, incontaminato. Da qui il nuovo business delle maschere filtranti di nuova generazione, progettate anche per fare attività fisica nelle palestre e proteggersi dal Covid, ma anche maschere che erogano ossigeno puro mentre magari si pedala sulla cyclette in terrazza o in casa propria migliorando anche la performance. Il wellness entrerà di più anche nei luoghi di lavoro: si sperimenteranno riunioni all’aperto fra colleghi, con camminate e trekking incluse nel tempo oppure sale per meeting (aree ampie, a distanza di sicurezza e con le mascherine) dotate anche di cyclette per chi vuole muoversi durante le riunioni.Il benessere del 2021 deve portare con sé le prove, dicevamo. Per questo le proposte saranno sempre più basate sull'evidenza e meno sui metodi empirici e si prevede successo per tutto ciò che stimola il sistema immunitario a difendersi (integratori, attività fisica, nutraceutici e perfino ricette salutistiche). La voglia di benessere, infine, ci porterà di nuovo a viaggiare,  viaggi ‘lontani’, in mezzo alla natura e in solitaria. Gli analisti immaginano un boom di prenotazioni per barche, camper, campeggi in luoghi isolati e tour operator in grado di proporre esperienze immersive nella natura incontaminata e trattamenti wellness rigeneranti.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie