Società & Diritti

Nel bunker della Casa Bianca che protegge i presidenti

Fu costruito durante la II Guerra e usato l'ultima volta l'11/9

TRUMP NEL BUNKER, LA CASA BIANCA ASSEDIATA DALLE PROTESTE © EPA
  • di Serena Di Ronza
  • NEW YORK
  • 01 giugno 2020
  • 20:37

L'ultima volta è stato usato dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Da allora, al di là delle esercitazioni di routine, il bunker della Casa Bianca - il cui nome ufficiale è Presidential Emergency Operations Center - è rimasto inutilizzato. Ma venerdì notte 29 maggio, mentre la guerriglia si consumava vicino a 1600 Pennsylvania Avenue, in reazione all'uccisione brutale di George Floyd da parte di un poliziotto a Minneapolis, il Secret Service vi ha trascinato Donald Trump e la sua famiglia temendo per la loro incolumità.
    Il bunker è una struttura imponente costruita sotto gli appartamenti presidenziali della East Wing, e appartiene a quella 'città sotterranea' della Casa Bianca fatta di corridoi e stanze segrete. E' stato costruito durante la Seconda Guerra Mondiale per proteggere il presidente Franklin Delano Roosevelt in caso di attacco aereo tedesco. Allora era una stanza angusta ma sicura che, con l'avvicendarsi delle amministrazioni, è stata trasformata in un vero e proprio centro di comando.
    Harry Truman, fra il 1948 e il 1952, rivoluzionò il bunker adeguandolo alle nuove esigenze e minacce, inclusa l'atomica.
    Durante gli attacchi dell'11 settembre il bunker ospitò il vice presidente Dick Cheney e parte dell'amministrazione Bush, inclusa la first lady. Proprio Laura Bush, nella sua autobiografia, ha ricordato nel dettaglio come nella notte fra l'11 e il 12 settembre lei e George W. Bush furono trasferiti in fretta e furia nel bunker per i timori di un attacco alla Casa Bianca. Evitando l'ascensore ritenuto non sicuro, i coniugi Bush raggiunsero il bunker tramite le scale. Vi restarono per un breve periodo fino a quando un agente li rassicurò: "L'aereo sopra la Casa Bianca era il nostro". Il bunker si rivelò completamente inadeguato nel 2001, con linee di comunicazione instabili e l'aria in diversi momenti irrespirabile a causa dell'eccessiva concentrazione di persone.
    Con lo spettro di un nuovo attacco stile Torri Gemelle e viste le criticità riscontrate, il bunker è stato drasticamente rivisto e ammodernato per garantire al presidente di continuare a guidare il Paese senza problemi di internet o linee di comunicazione scadenti.
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie