People

Con Joe Biden i vip di Hollywood sognano le ambasciate

Bob Iger (Disney) punta alle sedi di Londra o Pechino

Iger stepping as CEO of The Walt Disney company © EPA
  • (di Alessandra Baldini)
  • NEW YORK
  • 17 dicembre 2020
  • 21:34

Topolino alla Corte di San Giacomo? Secondo fonti dell'Hollywood Reporter, il presidente esecutivo della Disney, Bob Iger, sarebbe in pole position per l'incarico di ambasciatore a Londra della nuova amministrazione Biden. In alternativa a Londra, Pechino. Tanto che il commentatore conservatore della Fox, Tucker Carlson, ha prontamente lanciato i suoi strali dopo l'indiscrezione: "Poche persone hanno guadagnato di più dai rapporti con con la Cina di Iger, che apertamente ha mostrato la sua gratitudine".
    L'ambasciata di Londra, attualmente assegnata al co-proprietario dei Jets Woody Johnson, è considerata una delle posizioni diplomatiche più ambite per gli Stati Uniti e tradizionalmente viene assegnata per nomina politica. Iger, nell'ultima campagna elettorale, ha donato un quarto di milione di dollari al Biden Victory Fund. La Cina, alla luce della forte presenza della Disney nel Paese, è a sua volta una possibilità intrigante per il Ceo più di successo nella Hollywood dei tempi moderni: Iger, che ha 69 anni, ha scioccato Wall Street in febbraio dimettendosi da amministratore delegato.
    Hollywood ha ampiamente appoggiato Biden durante la campagna elettorale: non sarebbe dunque una sorpresa se il presidente eletto decidesse di ricambiare il favore. Sempre secondo l'Hollywood Reporter, anche Jeffrey Katzenberg, un altro grande donatore, potrebbe ambire ad un'ambasciata. L'ex capo dei cartoon di Dreamworks, emerso di recente dalla breve e sfortunata esperienza di Quibi, ha ospitato una serie di eventi di raccolta fondi e donato alla causa dell'elezione di Biden 617 mila dollari.
    Intanto, sempre in vista del valzer delle feluche, Nicole Avant, moglie del capo dei content di Netflix Ted Sarandos, punta a un ritorno alla vita diplomatica dopo essere stata ambasciatrice alle Bahamas durante l'amministrazione Obama. C'è poi il produttore Matt Walden, in pista per una capitale europea. Un'altra connection Disney: oltre che essere amico per la pelle del Second Gentleman Doug Emhoff, potente avvocato di Hollywood prima dell'elezione della moglie Kamala Harris alla vicepresidenza, Matt è sposato con Dana Walden, presidente per l'entertainment di Disney tv. 
   

  • (di Alessandra Baldini)
  • NEW YORK
  • 17 dicembre 2020
  • 21:34

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie