Moda

Moda anni Duemila, un grande revival

Toppini, abiti corti con le spalline, cinture con catena, look Y2K conquista le giovani

Dior era  John Galliano @ Vestiaire Collective © Ansa
  • di Alessandra Magliaro
  • 26 agosto 2021
  • 20:45

Top luccicanti, cappellini e loungewear californiano… I look di Paris Hilton, Britney Spears, Lindsay Lohan e altre celebrity immortalate dai paparazzi negli anni 2000 non sono mai stati così attuali. Spinti da una nuova generazione di star come Dua Lipa, Gigi Hadid e Miley Cyrus, che hanno dato nuova vita a questo trend si cercano sempre più pezzi vintage anni 2000 autentici sul mercato del second-hand.
Spettacolare, sulla app Vestiaire Collective di moda pre-loved (un bel termine per indicare usato) l’impennata delle ricerche di articoli di Ed Hardy tra gennaio e giugno di quest’anno (+245%), con aumenti significativi anche per Von Dutch (+56%) e Juicy Couture (+58%). Un’esplosione di ricerche anche per gli anelli acrilici chunky di La Manso (+595%), ispirati agli accessori anni ’90 e spesso avvistati nei selfie delle celebrity.


Anche i pezzi Dior vintage dell’era di John Galliano stanno tornando in voga, con un forte aumento delle ricerche dei top “J’Adior” (+159%). Tornano alla ribalta anche alcuni capi, come i tank top (+155%) e le canotte satinate (+80%). Le “decade challenge” su TikTok e i video di danza di personaggi come Charli D’Amelio hanno fatto crescere le ricerche di sneakers Vans (+37%), bucket hat (+47%) e mini bag (+25%).
La piattaforma è particolare  grazie ad una community di Fashion Activist che rientrano nel movimento della moda circolare come alternativa alla sovrapproduzione, al sovraconsumo e agli sprechi generati dall’industria della moda: qui vendono e comprano pezzi unici pre-loved, articoli rari.
La pandemia ha cambiato le nostre vite presenti e i nostri piani futuri. Durante i periodi incerti guardare al passato è un classico per trovare conforto. Trovata a rovistare negli armadi dei genitori, a spulciare tra gli scaffali di vestiti o a fare una pazzia su un raro ritrovamento, la Generazione Z ha trascorso l'ultimo anno riscoprendo gemme vintage di epoche passate. Dall'inizio della pandemia, la parsimonia ha visto un forte aumento della popolarità e, con essa, è arrivata l'ascesa della moda Y2K, che in gergo vuol dire proprio Duemila, dall'acronimo del bug dei computer del 1999. Come indicatore delle tendenze emergenti, TikTok è stato inondato di lotti dell'usato e ispirazione per la moda Y2K: #thrifting ha raccolto oltre 2 miliardi di visualizzazioni e #y2kfashion ha quasi 170 milioni. Trendalytics ha analizzato la tendenza sottolineando che il fascino per lo stile degli anni 2000 è esploso quando le icone della cultura pop di quegli anni sono tornate sotto i riflettori. Condiviso su piattaforme social, #FreeBritney ha portato consapevolezza sull'attuale tutela di Britney Spears, mentre Jennifer Lopez ha ritrovato un antico amore con l'ex fidanzato, Ben Affleck. L'attesissimo reboot di Sex and the City dovrebbe reimmaginare i famigerati look di Carrie Bradshaw per la prossima generazione di spettatori, e i marchi stanno lanciando un'ondata di collezioni a tema nostalgia, dalla collezione di trucchi Lisa Frank di Morphe alla collaborazione di Colourpop con Lizzie McGuire della Disney. Juicy Couture ha rilanciato Juicy 2.0 e ha riferito che le vendite sono aumentate di oltre il 300% in tutti i rivenditori, rendendolo uno dei marchi più performanti durante il lockdown. La top model Bella Hadid ha interpretato le collezioni Primavera 2021 e Autunno 2021 di Miss Sixty. Un altro marchio, Von Dutch, sta capitalizzando la rinascita dell'anno 2000 con una collezione Autunno 2021 che presenta jeans a zampa a vita bassa e il loro caratteristico cappello da camionista.

Questi marchi, osservano gli analisti, non potrebbero scegliere un momento migliore per riemergere mentre i consumatori sono attirati da colori vivaci e stili di carattere come reazione ad un anno e oltre in pantaloni della tuta e pantofole. Marchi nostalgici come Ian Charms e Chunks sono in aumento. La moda post-pandemia rifletterà sicuramente le infinite ore trascorse a scorrere sui social e sui market place per inspirazioni in stile vintage mentre la moda Y2K, anni Duemila, affascina le masse che seguono TikTok, il social che ha rilanciato tutto (le ricerche per la moda Y2K sono +193% rispetto allo scorso anno, essendo più che raddoppiate da gennaio 2021). Il cappello da pescatore (bucket hat), la borsa baguette (piccola e a spalla) sono stati primi segnali di rilancio, seguiti da halter top (i famigerati toppini corti all'americana che lasciano la pancia scoperta), sandali con plateau e i cut out dresses ossia gli abiti con gli spacchi tornati di gran moda, avvistati sui social media indossati da celebrities e inseriti nelle collezioni di tutti i brand di moda fast. Gli abiti corti aderenti con le spalline (strappy dresses) e le cinture a catena dorate sono, suggerisce Trendalytics, i prossimi out fit ispirazione Duemila da indossare.

  • di Alessandra Magliaro
  • 26 agosto 2021
  • 20:45

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie