Moda

Pitti Uomo a luglio in presenza con regole Covid

L'a.d. Napoleone: 'Ci coordiniamo con Milano e Parigi'

PITTI, A LUGLIO IN PRESENZA CON REGOLE COVID PER TUTTI © ANSA
  • di Beatrice Campani
  • FIRENZE
  • 17 aprile 2021
  • 20:33

Pitti Uomo, edizione numero 100, si farà in presenza fisica, a luglio (probabilmente nella prima metà del mese) e con speciali regole anti Covid che sono allo studio. E' in via di definizione un disciplinare per tutti gli operatori della fiera che contemplerebbe, secondo le attuali indicazioni sotto esame, passaporto vaccinale, tamponi, mascherine, sanificazione degli ambienti e distanziamento sanitario. Obiettivo, garantire la sicurezza di tutti i presenti: organizzazione, espositori, buyers, stampa. Lo conferma Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine, parlando con l'ANSA della riapertura fisica delle fiere in Italia.
    Napoleone saluta con ''gratitudine e determinazione'' la notizia della riapertura delle fiere in presenza dall'1 luglio e coglie l'occasione per tracciare le prime linee sulla manifestazione, che è ferma da due edizioni (l'anno 2020), ma ha sempre lavorato per ripartire e si è fatta trovare pronta al ritorno dell'evento 'fisico'. ''La fiera ci sarà sicuramente e ci aspetta un gran lavoro per convincere le aziende ad esserci - spiega Napoleone -. Ci saranno disciplinari che saranno elaborati nei prossimi giorni e che riprendono quello a cui Pitti Immagine stava già lavorando con la Regione Toscana.
    Ipotizzate garanzie di tamponi rapidi 48 ore prima di arrivare, la possibilità di sanificare la Fortezza da Basso con regolarità, il distanziamento, le mascherine'' sanitarie. "Contiamo molto sul passaporto vaccinale, dovrebbe entrare in vigore ai primi di giugno. E c'è poi il tema della tracciabilità - continua Napoleone -: se ci pensiamo bene, le fiere sono quelle che si tracciano meglio perché si entra con una registrazione, nome, cognome, negozio di appartenenza, ad esempio''. Pitti sta pianificando come far arrivare a Firenze stampa e buyers internazionali, che provengono da ogni parte del pianeta. Al vaglio tutte le opzioni per garantire la sicurezza di chi viaggia. Tra queste, pure i voli Covid free o Covid-tested.
    Napoleone è al lavoro con la Camera della Moda di Milano e la Chambre di Parigi per stilare un calendario condiviso delle fiere. "Siamo sempre ben coordinati per poter avere in Europa un pubblico che va a vedere più saloni - dice -. Abbiamo una riunione lunedì per sapere come coordinarci con Milano e Parigi''. E il 15 giugno parte Pitti Connect, fiera digitale che celebra per prima l'edizione 100. Pitti Uomo "fiera fisica, sarà di tre giorni. Non ci aspettiamo i numeri del passato, ricordo che in Italia hanno chiuso circa 20.000 punti vendita'', aggiunge l'ad di Pitti Immagine, "è troppo presto per fare una previsione sul numero degli espositori". (ANSA).
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie