Giorno Memoria:Azzolina, studenti tramandano nostra identità

'Fare brillare pietre d'inciampo, simbolo di verità'

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 27 GEN - "Ripercorrere i fatti drammatici dello sterminio e della persecuzione ebraica, attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, le attività didattiche e coinvolgendo gli studenti vuole dire preservare e tramandare la nostra identità collettiva. Vuol dire, anche e soprattutto, educare i più giovani al rispetto e sensibilizzarli a una cultura di tolleranza e integrazione, creando le basi per una cittadinanza più responsabile, attenta e consapevole. Per questo desidero complimentarmi per il vostro progetto in cui avete messo impegno, passione ed entusiasmo facendo rete tra più classi e più istituti, in una collaborazione preziosa di idee per ripercorrere la storia e ricercare la verità". Lo ha detto la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina nel messaggio agli studenti in apertura dell'iniziativa 'Proiettiamo sui muri la storia delle pietre di inciampo'.
    Il format ha coinvolto classi delle scuole superiori di Chieti, Bologna e Parma e prevede podcast e videomapping su edifici nelle città per ripercorrere la storia delle vittime delle deportazioni e dei campi di sterminio nazisti.
    "Non solo memoria, ma anche verità. Una verità - ha aggiunto Azzolina - documentata e portata alla conoscenza di ciascuno, attraverso le vite e i nomi dei deportati impressi sulle pietre d'inciampo che sono e restano presidi di una memoria diffusa nel tessuto sociale e sociale. Queste Pietre facciamole brillare oggi, domani, sempre". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA