Femminicidi: Telefono Rosa scrive lettera a Conte

Presidente Carnieri Moscatelli, il nostro è un grido di aiuto

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 17 LUG - "Presidente il nostro grido di aiuto è dovuto a una situazione pericolosa e preoccupante. Ogni giorno 'La Rete dei Telefoni Rosa' registra, in tutte le regioni italiane, casi di feroce violenza nei confronti di donne e minori, a cui si somma il numero elevato di femminicidi. Siamo davvero preoccupate e spaventate da un clima di odio e violenza che sembra in costante aumento". Comincia così la lettera inviata dalla presidente del Telefono Rosa, Maria Gabriella Carnieri Moscatelli al premier Conte, proprio oggi in cui sono avvenuti altri due omicidi-suicidi a Latina e nel Torinese. Per il Telefono Rosa è "necessario un piano organico" per affrontare l'emergenza della violenza per coinvolgere tutti gli studenti.
    "Crediamo fortemente nella formazione e nell'educazione dei giovani attraverso l'Istituzione scolastica, che possa fornire loro - scrive la presidente - gli strumenti adatti per crescere e diventare adulti migliori. Con il suo aiuto possiamo affrontare questo grave problema".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA