Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sgomberi a Caivano, momenti di tensione al Parco Verde

Sgomberi a Caivano, momenti di tensione al Parco Verde

Protesta dei residenti e striscione: "Avete usato nostri bimbi"

NAPOLI, 24 febbraio 2024, 21:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Momenti di tensione a Caivano (Napoli) questo pomeriggio nell'ambito di una manifestazione organizzata da un folto gruppo di residenti del Parco Verde contro gli sgomberi delle abitazioni occupate abusivamente.
    Alcuni manifestanti stanno anche impedendo ai fedeli di accedere nella parrocchia di don Maurizio Patriciello, il prete anti clan che si è battuto per impedire gli sgomberi indiscriminati degli abusivi.
    La zona è fortemente presidiata dalle forze dell'ordine anche perché stamattina alcuni residenti di Parco Verde hanno effettuato dei blocchi stradali.
    Durante le proteste sono stati esposti degli striscioni molto polemici, come quello con la scritta "avete usato i nostri bambini per i vostri interessi e poi gli avete tolto la casa".
    Pochi giorni fa don Maurizio aveva letto in chiesa una nota della Procura della Repubblica di Napoli Nord che spiegava come gli sgomberi non sarebbero avvenuti al termine dei trenta giorni decorrenti dalla notifica dei decreti di sequestro delle abitazioni occupate abusivamente, cioè l'8 marzo, dando il tempo a molti inquilini di regolarizzare la propria posizione.
    La notizia venne accolta da applausi e sospiri di sollievo da parte dei numerosi residenti, soprattutto donne, che si erano riuniti nella parrocchia di San Paolo Apostolo di don Maurizio.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza