Ex senatore accusato concussione: respinto ricorso del pm

Sentenza Cassazione su presunte pressioni per nuova ditta rifiuti

(ANSA) - NAPOLI, 15 GEN - La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso del pubblico ministero della Procura di Napoli Nord avverso all'ordinanza con la quale il Tribunale del Riesame di Napoli aveva rigettato l'appello presentato dallo stesso magistrato contro la mancata emissione, da parte del gip, di una misura cautelare (arresti domiciliari) nei confronti dell'ex senatore Vincenzo Nespoli (difeso dall'avvocato Rosario Pagliuca), nei confronti del quale veniva ipotizzato il reato di tentata concussione.
    La contestazione degli inquirenti riguardava un presunto tentativo di concussione che si sarebbe verificato ad Afragola (Napoli) dove Nespoli era impegnato in una campagna contro la ditta che si occupava del servizio di nettezza urbana.
    Secondo l'ex senatore, infatti, la società era inadempiente e, per i pm, l'ex senatore aveva tentato di costringere il dirigente dell'Ufficio Ambiente del Comune di Afragola a indire una nuova gara di appalto per sostituire quella ditta. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie