De Magistris, progetto che parli a Paese tradito da altri

Nei prossimi mesi impegnato a lanciare nuovo orizzonte politico

(ANSA) - NAPOLI, 14 AGO - Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a dieci mesi dalla fine del suo secondo e ultimo mandato alla guida del Comune partenopeo è pronto a lanciare al rientro dalla pausa estiva un progetto politico nazionale che avrà come interlocutore principale ''il popolo, il Paese reale che troppe volte è stato tradito''.
    ''Nei mesi che verranno - ha detto all'ANSA - sarò impegnato da sindaco per raggiungere il maggior numero di obiettivi possibili ma credo che sia anche arrivato il momento di iniziare a lanciare un orizzonte politico che può avere un peso anche nelle amministrative del 2021 e nei momenti elettorali che precederanno le politiche del 2023 che sicuramente mi vedranno protagonista e candidato insieme ad altri''.
    Punti fondanti del progetto saranno la giustizia sociale, la questione morale, l'attenzione all'ambiente, l'attuazione della Costituzione ''che invece troppo spesso non vive negli atti amministrativi e nelle leggi'', il contrasto alle mafie. ''In questi anni abbiamo dimostrato di non perdere la nostra coerenza e la credibilità - ha affermato de Magistris - di essere rottura del sistema ma affidabili nel governare. Non vogliamo essere isolazionisti ed esclusivi perché non si governa da soli. In questi mesi - ha aggiunto - con alcune forze di governo c'è stato un dialogo molto fitto ma la nostra esperienza è autonoma e non si può omologare ai partiti che governano e che sono oggi presenti in Parlamento''.
    Il primo compito che si da de Magistris è ''mettermi in connessione con le esigenze del Paese che conosco ma che si devono approfondire dalla Sicilia al Nord alle isole''. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie