Botte e punizioni crudeli ai figli: coppia arrestata

Nel Potentino vicenda avanti da un anno, denuncia della nonna

(ANSA) - POTENZA, 02 MAR - Un uomo e una donna sono stati arrestati dai Carabinieri, in provincia di Potenza, con l'accusa di aver sottoposto i figli della donna - entrambi con meno di dieci anni ed entrambi nati da una precedente relazione - a "reiterate percosse" e "punizioni fisiche crudeli".
    I due sono stati arrestati su ordine del gip del Tribunale di Potenza, al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, che ha chiesto i provvedimenti restrittivi a carico degli indagati evitando che i loro atti "potessero sfociare in ulteriori e più gravi conseguenze". La vicenda è emersa dopo la denuncia della nonna dei due bambini e le testimonianze delle sorelle dell'uomo, "più volte intervenute in favore dei bambini, tentando di far cessare le violenze nei loro confronti". Secondo quanto si è appreso, "da circa un anno" i due bambini - ora affidati ai servizi sociali - subivano percosse "anche per motivi banali": uno dei due è stato picchiato anche "con un guinzaglio per cani", mentre l'altro è stato colpito da un pugno in faccia ed è stato costretto a stare nella sua camera "senza mangiare per vari giorni". Inoltre, i due sono stati costretti a "restare svegli fino alle ore 6 del mattino". L'uomo, durante litigi con le sorelle che volevano difendere i nipotini, "si era anche dichiarato 'pronto a fare una strage' se gli fossero stati tolti i figli", secondo quanto reso noto dalla Procura della Repubblica di Potenza. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere


    ANSAcom

    La salute naturale del bambino di Vitalia Murgia (ANSA)

    Tosse e febbre nei bimbi, genitori in ansia per l'autunno

    In 'La salute naturale' pediatra risponde a dubbi più frequenti



    Modifica consenso Cookie