Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Incendi: Wwf, sempre di più, in fumo 170.000 ettari in 2021

Incendi: Wwf, sempre di più, in fumo 170.000 ettari in 2021

In Italia, il 60% in più della media

ROMA, 22 luglio 2022, 10:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel 2021 più di 600.000 ettari sono andati in fumo nei sei paesi euromediterranei, Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Grecia e Turchia, e il numero degli incendi nell'area sta aumentando del 20-30% ogni dieci anni. Solo in Italia sono stati percorsi dalle fiamme circa 170.000 ettari lo scorso anno, il 60% in più della media 1980-2018. È quanto emerge dal nuovo report WWF "Spegnere oggi gli incendi di domani", che conferma il trend anche per il 2022, "iniziato nel peggiore dei modi", con ondate di calore anticipate e una straordinaria siccità invernale.
    La superficie percorsa dalle fiamme in Europa nei primi mesi del 2022 è stata ben 5 volte maggiore rispetto alla media del periodo 2006-2021. La differenza si poi è ridotta a "solo" tre volte ma è destinata nuovamente ad aumentare con l'arrivo del picco estivo degli incendi. Oltre a frequenza e intensità, anche le dimensioni degli incendi stanno aumentando, dando vita a "mega-incendi" difficili da domare.
    "Se gli incendi stanno cambiando, le strategie devono adattarsi per governarli - sottolinea la direttrice Conservazione del Wwf Italia, Isabella Pratesi,- bisogna investire e potenziare tutte la azioni in grado di assicurare la prevenzione del rischio, rendendo il territorio meno infiammabile per limitare di conseguenza l'estensione dell'incendio e rendere così possibile l'eventuale lotta con i mezzi antincendio. È necessaria una gestione attiva del territorio, così come potenziare il coordinamento tra gli enti interessati".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza