Nautica: Benetti vara B.Yond 37M, imbarcazione super green

Ha 4 modalità navigazione: con 'Full Electric' zero emissioni

Redazione ANSA LIVORNO

(ANSA) - LIVORNO, 05 LUG - Varato nel cantiere Benetti di Livorno B.Yond 37M, nuovo Voyager Benetti con scafo in acciaio e alluminio su quattro ponti nato dalla visione di Paolo Vitelli, fondatore e presidente di Azimut Benetti Group, e dalla creatività dell'architetto Stefano Righini e che risulta essere anche l'imbarcazione più green al mondo nella sua categoria.
    Il nuovo Voyager naviga combinando i filtri catalitici (una tecnologia di controllo dei gas alimentata con una soluzione liquida a base di urea, già adottata nell'automotive per i motori Diesel Euro 6D) con l'innovativo sistema 'E-Mode Hybrid di Siemens Energy', che permette di passare dalla propulsione meccanica all'elettrico e viceversa, senza l'intervento di personale specializzato a bordo. Stimando un utilizzo medio annuo di 1.000 ore, di cui 400 in navigazione e le rimanenti all'ancora, si può ottenere una riduzione di consumi e CO2 fino al 24% ed una riduzione di NOx fino ad un massimo di 85%. A tutto questo, si aggiunge il valore di un Voyager con un'autonomia che risulta quasi raddoppiata rispetto alle navette tradizionali di analoghe dimensioni, ed è in grado di arrivare fino a 8.200 miglia nautiche a 9 nodi in modalità Eco Transfer con i due diesel-generatori spenti e un solo motore di propulsione acceso, con una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 fino al 16% e di NOx fino all'80% rispetto ad una propulsione tradizionale. L'imbarcazione è in grado di viaggiare in quattro diverse modalità, tra cui spicca quella 'Full Electric', a zero emissioni. Il pacco di batterie al litio (con un tempo di ricarica di sole tre ore) consente anche di stazionare all'ancora in 'Hotel Mode' a zero emissioni, tenendo i generatori spenti e alimentando a batteria le principali utenze di bordo, immersi nel silenzio e in totale assenza di vibrazioni. Con la nuova generazione di batterie ad alta densità energetica ha un'autonomia all'ancora fino a 8 ore di giorno e a 12 ore di notte. Il concept rivoluzionario di Righini prevede l'inserimento di un quarto ponte che rende possibile elevare tutte le aree più nobili dell'imbarcazione, regalando così un'incredibile vista panoramica. Aperto e spazioso, il design degli ambienti interni, curato dall'architetto Mauro Izzo di Benetti.
    "Sono felice di presentare una delle barche più innovativeche siano mai state costruite - ha detto Vitelli poco prima del varo -. La dotazione di un sistema ibrido, che consente di navigare a lungo raggio nel rispetto dell'ambiente, e il design che integra quattro ponti in soli 37 metri, lo rendono un sogno per l'armatore moderno che vuole navigare il mondo con la famiglia e con gli amici. Ho voluto immaginare una barca da primato, e ora eccola qui". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA