Moda: alleanza Milano-Londra su innovazione e sostenibilità

Dodici le best practice presentate di startup al femminile

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 30 SET - Al via un'alleanza per la moda tra Milano e Londra, basata sul rafforzamento di innovazione e sostenibilità nel settore. È il tema del convegno di oggi "Innovazione per una moda sostenibile", promosso in collaborazione tra la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi ed il Consolato britannico. Per Cristina Tajani, Assessora alle Politiche per il Lavoro, Commercio, Moda e Design del Comune di Milano: "la capacità creativa e di proporre modelli produttivi nuovi, sempre più attenti alla qualità, alla circolarità e alla sostenibilità costituisce uno dei tratti imprescindibili del Made in Italy". Per Catriona Graham, console generale britannico a Milano: "Questo convegno affronta i temi che sono al primo posto dell'agenda politica ed economica del governo britannico: "Clean Growth, Technology, Diversity and Inclusion". Per il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa. "Queste iniziative supportano le giovani designer di collezioni sempre più green e sostenibili".
    Il Regno Unito si trova al settimo posto per l'export di Milano, con circa un miliardo e mezzo di euro esportati nell'anno 2019. Per l'import, il Regno Unito si colloca al nono posto dei Paesi da cui Milano importa nel 2019 con 1,8 miliardi.
    Per Alvise Biffi, membro di Giunta della Camera di commercio: "Oggi portiamo dodici proposte al femminile che uniscono stile e azione sociale al Tavolo Giovani della Camera di commercio".
    Dall'impresa che aiuta le donne colpite dall'acido, a quella impegnata in Tanzania, a quelle attente a materiali e processi che aiutano l'ambiente. Le donne guidano il 38% delle imprese nella moda, oltre 4mila a Milano Monza Brianza Lodi. "Una giornata dedicata alle best practice" secondo Richard Burn, Commissario di Sua Maestà per il Commercio con l'Europa. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA