Lagarde: governi, non Bce, in prima linea su green economy

Le misure fiscali sul carbone sono lo strumento ottimale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 DIC - Sono i governi, piuttosto che la Bce attraverso l'incentivo degli acquisti di bond, ad essere in prima linea sugli investimenti nella green economy: a dirlo in una lettera ad alcuni europarlamentari è la presidente della BCe Christine Lagarde, facendo un parziale dietrofront dopo aver suggerito in precedenza che la politica monetaria potrebbe svolgere un ruolo chiave.
    Ridurre gli incentivi agli investimenti inquinanti, e premiare invece tecnologie e modelli di business più sostenibili"è in primo luogo un compito dei governi democraticamente eletti e delle autorità pubbliche", scrive Lagarde. "Le misure fiscali sul carbone sono lo strumento ottimale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA