Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ucciso a pugnalate nel bosco,17enne indagato resta in carcere

Ucciso a pugnalate nel bosco,17enne indagato resta in carcere

In udienza convalida ragazzo avrebbe fatto parziali ammissioni

VENEZIA, 26 febbraio 2024, 22:30

Redazione ANSA

ANSACheck

Roma: controlli antidegrado nell 'area della stazione Termini, una persona arrestata - RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma: controlli antidegrado nell 'area della stazione Termini, una persona arrestata -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Roma: controlli antidegrado nell 'area della stazione Termini, una persona arrestata - RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato convalidato, al termine dell'interrogatorio di garanzia, il fermo del 17enne accusato di aver ucciso a coltellate in un bosco un uomo 39enne di origini albanesi Bledar Dedja. Il gip ha disposto la misura cautelare in carcere per il giovane. Secondo quanto si è appreso, l'indagato avrebbe fatto alcune ammissioni rispetto ai fatti contestati che, dalle prime risultanze d''indagine, si inserirebbero in un contesto di prostituzione. Il 17enne, residente nella zona del Grappa, e il 39enne si erano messaggiati al telefono il 20 gennaio scorso per darsi appuntamento proprio nel boschetto di Paderno (Treviso), dove poi è stato trovato il corpo di Dedja, massacrato dai fendenti. Il ragazzo, fermato dagli investigatori il 23 febbraio scorso, sarebbe stato ripreso da alcune videocamere di sorveglianza mentre saliva nell'auto della vittima e, poco più tardi, da solo, mentre faceva l'autostop per un passaggio. In seguito si era anche presentato al pronto soccorso per farsi medicare una ferita, probabilmente dovuta ad un contatto con la stessa lama usata per il delitto, un coltello da cucina. A condurre gli investigatori nella casa del 17enne erano stati infine i confronti del Dna eseguiti sui reperti biologici recuperati sul posto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza