Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Non visita le donne', il sindaco in guerra col medico di base

Non visita le donne', il sindaco in guerra col medico di base

Nel Vicentino. Primo cittadino, 'faccio murare ambulatorio'

VICENZA, 22 febbraio 2024, 19:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ha promesso di far murare l'ambulatorio piuttosto che consentire al medico incaricato dalla Asl di visitare nella sua città, Valdastico. Protagonista dell'inusuale vicenda è il sindaco del comune dell'Alto vicentino, Claudio Sartori, che già in passato aveva avuto dissidi con il medico di base, Jamal Basal, 55 anni di origini israelo-cristiane, già incaricato di ricoprire lo stesso ruolo in città dal 2019 al 2022. Proprio in quegli anni, infatti, il sindaco si era rivolto alle forze dell'ordine denunciando che il medico non solo si rifiutava di visitare le donne ma non voleva neanche avere rapporti con le direttrici della casa di riposo del posto. Dichiarazioni rese anche in Procura che portarono i carabinieri a fare dei controlli. Oggi il medico è stato nuovamente assegnato dalla Asl al comune vicentino, ma il sindaco ha fatto già cambiare le serrature delle porte dell'ambulatorio ed è pronto a murare la struttura se fosse necessario.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza