Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Omicidio a Venezia, Gip convalida arresto indagato

Omicidio a Venezia, Gip convalida arresto indagato

E' accusato di omicidio volontario aggravato

VENEZIA, 28 novembre 2023, 17:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Gip di Venezia, Luca Marini, ha convalidato l'arresto di Raffaele Marconi, il 33enne veneziano, che con un fucile a canne mozze ha ucciso Khalil Ben Mallat, un tunisino venticinquenne, sabato notte e Venezia.
    Secondo quanto riferito dl legale di fiducia Renato Alberin, Marconi si è avvalso dela facoltà di rispondere all'accusa formulata dal Pm Davide Nalin di omicidio volontari aggravato e dall'accusa di possesso di armi per di più modificate e con matricola abrasa.
    Ora si procederà con la raccolta del materiale accusatorio come l'autopsia, la perizia balistica sull'arma e l'esame dei telefoni cellulari.
    Il delitto si è consumato poco prima della mezzanotte di sabato in un bar in una calle adiacente al Ponte elle Guglie in pieno centro storico di Venezia. Dopo una lite, probabilmente per questioni di droga con insulti alle rispettive compagne.
    Mallat avrebbe ferito Marconi che, rientrato nella propria abitazione a poca distanza, ha impugnato un fucile a canne mozze calibro 12 con matricola abrasa e non dichiarato, con il quale ha sparato, uccidendo in pochi istanti, l'antagonista.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza