Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dall'Ucraina all'Italia arriva in treno il mais via Padova

Dall'Ucraina all'Italia arriva in treno il mais via Padova

Nuovo collegamento alternativo a via del Mar Nero

PADOVA, 03 marzo 2023, 12:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un progetto pilota di collegamento ferroviario fra l'Ucraina e Interporto Padova per l'importazione di mais è diventato attivo. Il servizio è organizzato da Lte Group che è subentrato a un'altra Impresa ferroviaria che aveva avviato il servizio.
    Il progetto ha già registrato l'arrivo del terzo treno proveniente dalla stazione ferroviaria ucraina di Chop, confermando una nuova via di traffico da consolidare alternativa ai flussi che confluivano fino ad oggi dal Mar Nero. Ogni treno è composto da carri convenzionali per una lunghezza di circa 500 metri, caricati con particolari "bigbag" contenenti mais. Le modalità di stoccaggio permette lo scarico del prodotto con carrelli tradizionali senza la necessità di particolari attrezzature dedicate solo alle rinfuse solide in granaglie.
    Ogni convoglio trasporta 1.200 tonnellate di prodotto.
    La rete ferroviaria ucraina ha uno scartamento dei binari diverso (più largo) rispetto all'Europa Occidentale in quanto faceva parte del vecchio blocco sovietico. Per questo motivo, ad oggi, è impossibile per i convogli occidentali entrare nelle rete ucraina. La Stazione di Chop, situata sul confine con la Slovacchia, deve la sua importanza al fatto che in essa avvengono, oltre ai controlli doganali, le operazioni di cambio carrelli, al fine di permettere la circolazione dei rotabili europei sulla rete ex Urss e viceversa. L'impianto presenta alcuni binari a doppio scartamento per permettere l'accesso ai treni europei.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza