Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Truffe con fallimento aziende, sei misure a Rovigo

Truffe con fallimento aziende, sei misure a Rovigo

Indagine della Gdf, sequestrato oltre 1,7 mln euro

ROVIGO, 13 gennaio 2023, 13:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Associazione per delinquere, bancarotta, autoriciclaggio, truffa ed esercizio abusivo dell'attività bancaria. La Guardia di finanza di Rovigo ha eseguito sei misure cautelari disposte dal giudice per le indagini preliminari del tribunale. È stata arrestata anche un'avvocatessa. Sono stati sequestrati complessivamente 1.790.689 euro agli indagati.
    Tutto è iniziato con il fallimento depositato il 3 luglio 2019 della Lavorazioni meccaniche Occhiobello Srl in liquidazione: grazie alla segnalazioni alla Procura del curatore fallimentare incaricato dal tribunale di Rovigo è stato scoperto un giro di aziende 'decotte' che venivano fatte fallire creando illeciti proventi dagli indagati.
    Gli arrestati sono un imprenditore di 60 anni di Imperia, residente in provincia di Parma, che è in custodia cautelare in carcere, un'avvocatessa di 64 anni di Teramo residente in provincia di Monza Brianza e un sedicente promotore finanziario, non iscritto all'albo, di 44 anni, torinese, residente in provincia di Asti, entrambi ai domiciliari. Gli altri indagati sono un 53 enne di Pavia, un 47 enne di Cremona e un 55 enne di Arezzo, gravati da misure legate all'esercizio della professione. Erano di fatto tre prestanomi. Le perquisizioni a carico degli indagati sono state 15 e sono stati esaminati 70 conti correnti. Le località interessante sono undici: Occhiobello (Rovigo), Imperia, Cavriglia (Arezzo), Crema (Cremona), Canelli (Asti), Taggia (Imperia), Blevio (Como), Firenze, Pavia, Giussano (Monza Brianza) e Fontanellato (Parma).
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza