Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pasqua: Venezia; comandante vigili, 'un delirio siamo al limite'

Pasqua: Venezia; comandante vigili, 'un delirio siamo al limite'

Città in tilt, affanno per trasporto pubblico, ira dei residenti

VENEZIA, 16 aprile 2022, 15:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Un delirio". Definisce così il comandante dei vigili di Venezia Marco Agostini il forte afflusso turistico che si è riversato in laguna per il fine settimana di Pasqua. Il capo della polizia locale lagunare spiega che già "ieri erano arrivati in 120mila, oggi molto peggio, abbiamo tutti i parcheggi esauriti a Venezia, c'è la coda di gente nonostante cartelli, segnalazioni e operatori.
    Sono peggio di San Tommaso, devono andare a vedere davvero se non ci sono posti". E così il principale hub veneziano, piazzale Roma, si intasa creando code che si spingono lungo tutto il ponte della Libertà. Agostini fornisce anche i numeri sullo spiegamento di agenti disseminato sul territorio comunale: "oggi complessivamente ci sono 220 operatori in servizio"». Da ultimo, un'analisi è offerta sul numero complessivo di persone presenti in città: "Peggio di così è complicato, c'erano 80mila persone che hanno dormito a Venezia, 40mila sono i pendolari. Chiaro - aggiunge - che dipende anche dal meteo perché se diventa perturbato tutti coloro che non possono andare in spiaggia si riversano qui. Ma non è pensabile far miracoli". Anche il trasporto pubblico è in forte difficoltà, l'Actv, partecipata del Comune, non riesce a rispondere alle esigenze né di visitatori né di residenti, al punto che dalle isole le attese si prolungano anche per un'ora per cercare di salire su un mezzo. Spazientiti i residenti che non riescono a rincasare e si trovano imbottigliati in una morsa che è tornata ai livelli del pre-covid. Ciò nonostante, Comune e azienda hanno più volte confermato di voler mantenere i tagli delle corse imposti nell'immediato dopo pandemia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza