Chemio soft per far nascere figlia,morta

Mamma nigeriana aveva diagnosi grave tumore al seno

(ANSA) - TREVISO, 21 AGO - E' morta a Treviso una giovane mamma nigeriana 29enne che, avuta la diagnosi di un tumore mentre era all'inizio della gravidanza, aveva volontariamente scelto di sottoporsi a una chemioterapia meno invasiva, per far nascere sana la sua bimba. La donna, giunta a Treviso 9 anni fa, è deceduta domenica sera. La notizia della gravidanza era stato il sogno tanto cercato dalla giovane e dal suo compagno, un italiano. Ma subito dopo gli esami di routine avevano evidenziato la presenza di un tumore al seno. L'intervento chirurgico aveva evidenziato una malattia in fase più avanzata del previsto. Messa di fronte alla scelta della chemio da seguire, la 29enne ha escluso il percorso più indicato, e invasivo, per salvaguardare la salute della nascitura. Ha accettato cure 'soft', per contenere la progressione del tumore, rimandando a dopo la nascita della bimba, nata in perfetta salute, un percorso farmacologico più duro. Purtroppo non ce l'ha fatta, ed è deceduta tre mesi dopo la nascita della figlia.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere