A Fondazione Cini archivio De Grandis

Compositore veneziano fu figura di spicco del secondo Novecento

(ANSA) - VENEZIA, 16 GIU - L'Istituto per la Musica della Fondazione Giorgio Cini ha acquisito l'archivio personale del compositore veneziano Renato De Grandis (1927-2008), figura di spicco del panorama musicale europeo del secondo Novecento.
    Il fondo, donato dalla moglie Brigitte Grossmann, comprende circa 4.500 fogli tra appunti, schizzi, abbozzi e stesure: si tratta di documenti fondamentali per ricostruire il processo creativo di De Grandis, iniziato negli anni Quaranta e protrattosi quasi ininterrottamente fino al Duemila. A questi materiali si aggiungono oltre 300 carte con testi dattiloscritti in versi e in prosa, che testimoniano la sua vena letteraria e l'interesse per le filosofie orientali.
    Un'altra parte cospicua del fondo è rappresentata da documenti relativi a Vincenzo De Grandis, compositore di musica sacra del tardo Cinquecento, alla cui riscoperta il discendente Renato si dedicò attraverso la rielaborazione e trascrizione di sue composizioni. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie