Valle d'Aosta

Covid, in Vda ambulatori per pazienti con recente infezione

Saranno gestiti da medici pneumologia o malattie infettive

"In Valle d'Aosta sono in corso di attivazione, da parte dell'Usl, ambulatori specifici dedicati a pazienti con pregressa o recente infezione da Covid-19, che saranno organizzati e gestiti dai medici dei reparti di malattie infettive e pneumologia". Lo ha annunciato l'assessore regionale alla sanità, Roberto Barmasse, rispondendo ad un'interpellanza della Lega Vda sugli ambulatori di assistenza post Covid.
    "Nel dettaglio - ha spiegato l'assessore - è previsto che i pazienti siano contattati tramite screening telefonico e che, sulla base di un questionario specifico, siano selezionati coloro che presentano ancora sintomi sub acuti o cronici nell'ambito della cosiddetta "post Covid o long Covid syndrome" (sono circa il 20% dei pazienti). I pazienti selezionati eseguiranno esami ematochimici e test cardio-pneumologici, cui seguiranno eventualmente visite specialistiche ulteriori. È inoltre previsto un adeguato follow-up clinico, psicologico e riabilitativo". L'assessorato "sta anche monitorando l'evolversi della normativa nazionale ai fini della sua applicazione in ambito regionale: norma che ha introdotto la gratuità, per un periodo di due anni, di alcune prestazioni di specialistica ambulatoriale comprese nei Livelli essenziali di assistenza a favore degli assistiti guariti dal Covid e dimessi a seguito di ricovero ospedaliero".
    "Sono lieta - la replica di Raffaella Foudraz (Lega Vda) - dell'attivazione di ambulatori specifici per questa sindrome.
    Questa pandemia ha influito negativamente sulla società: è importante che le Istituzioni non sottovalutino il grande senso di solitudine, angoscia e rassegnazione".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie