Covid: Caveri, pronti ad aprire scuole al 75%

Perron (Lega), studio rileva che non sono causa aumento contagio

(ANSA) - AOSTA, 13 GEN - "Quando abbiamo potuto riaprire le scuole, anche se solo al 50%, lo abbiamo fatto. Siamo pronti anche al 75% in presenza: se la data inizialmente pensata del 18 gennaio sarà mantenuta e se ci sarà data la possibilità, noi lo faremo". Lo ha detto l'assessore regionale all'istruzione, Luciano Caveri, rispondendo in aula ad un'interpellanza di Simone Perron (Lega Vda).
    "La didattica a distanza - ha aggiunto - non è la scuola. Dai riscontri che abbiamo avuto, sono tutti contenti: la riapertura è avvenuta in sicurezza e vi è una soddisfazione generale da parte dei ragazzi, che sono quelli che hanno sofferto di più, perché quando si è adolescenti non si può prescindere dal rapporto umano diretto". Sulla questione dei trasporti è intervenuta l'assessora Chiara Minelli: "La situazione è certamente complicata, però è stato fatto uno sforzo notevole per pianificare la ripartenza in sicurezza: non posso escludere che non vi siano alcuni disagi, che stiamo monitorando; le aziende sono allertate e invieranno mezzi a richiesta".
    "Uno studio di dicembre effettuato sul 97% delle scuole italiane - ha concluso Perron - rileva un ruolo non decisivo della riapertura delle scuole sull'aumento del contagio: quindi, con tutte le prudenze del caso, possiamo dire che le scuole sono sicure e comunque il rischio non è superiore rispetto ad altri contesti. Sulla Dad, studi recenti evidenziano che questa sia responsabile di rallentamenti evidenti nella formazione degli alunni, così come dell'aumento delle disuguaglianze sociali".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie