Fase 3: Gerandin, inaccettabile gestione personalistica

'Nostro intervento non ha nulla contro i Comuni'

   "Questo disegno di legge dovrebbe dare una risposta più immediata possibile ai bisogni che abbiamo raccolto in questi mesi. Apprezzo il messaggio di apertura del Presidente Testolin, ma bisogna che il confronto sia reale e leale. In un percorso complesso come quello che abbiamo vissuto qualche errore è comprensibile: ma non è accettabile una gestione così personalistica". Lo ha detto Elso Gerandin (Mouv'), intervenendo nel dibattito sulla variazione al bilancio regionale, ripreso nella mattinata di oggi. Presentando gli emendamenti proposti Gerandin ha precisato: "Il nostro intervento non ha niente contro i Comuni: non vogliamo né scardinare il sistema degli enti locali né togliere qualcosa dai trasferimenti ordinari, o andare a prendere risorse dagli avanzi di bilancio". Secondo l'esponente di Mouv' "abbiamo proposto di riallocare quelle risorse in una visione di prospettiva e di crescita, che possa riattivare il tessuto produttivo".
    "Ribadisco l'autonomia dei Comuni e il rispetto per la loro azione e il loro ruolo: ma dobbiamo intervenire - ha aggiunto - per garantire attività sul territorio, dal settore alberghiero alle aziende agricole alle famiglie in difficoltà". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie