Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Valle d'Aosta aperta, non c'è limite al peggio

Valle d'Aosta aperta, non c'è limite al peggio

"Come si può credere alla bufala del Governo progressista?"

AOSTA, 01 marzo 2023, 11:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Non c'è più limite al peggio! Come se nulla fosse si replica lo sgorbio politico giusto con un po' di cenere cosparsa sul capo e qualche irritato schiaffo retorico ai misteriosi franchi tiratori. L'unica novità è il ritorno alla vecchia modalità di voto che non garantisce la sua segretezza".
    Lo scrive in una nota Valle d'Aosta Aperta in merito all'evoluzione della situazione politica regionale e alla nuova convocazione del Consiglio Valle per eleggere il presidente della Regione e la sua Giunta.
    "Ancora più grave risulta la distanza dei 19 Consiglieri delle poltrone - prosegue la nota - dall'opinione pubblica scandalizzata. In questo incomprensibile teatro dell'assurdo cercano di recuperare, con qualche artificio, un nodo politico irrisolto: la defenestrazione di Lavevaz e Barmasse ad opera dei "colonnelli" UV, che palesemente puntavano ad un allargamento politico verso destra. Ora, ottenuta la caduta ma non la svolta a destra, pare non solo irrituale ritentare con un Testolin sfiduciato a più riprese, ma politicamente osceno insistere nel voler affidare il potere ai 'colonnelli' per fare una politica di centrodestra con il patetico appoggio del Pd. Senza una donna in giunta, facendo scempio dell'ambiente, senza nessuna iniziativa credibile sul fronte sociosanitario e osteggiando l'approvazione della legge contro le discriminazioni ferma da maggio in Commissione, ancora pensano di far credere alla bufala del governo progressista?".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza