Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Siccità, a Champorcher scatta l'uso delle fonti di riserva

Siccità, a Champorcher scatta l'uso delle fonti di riserva

Obbligo di bollittura in alcune frazioni, sorgenti in difficoltà

AOSTA, 21 febbraio 2023, 11:26

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

A Champorcher il Comune invita "tutta la cittadinanza ad utilizzare l'acqua soltanto a scopi essenziali e in maniera oculata, evitando sprechi". Infatti, si legge in un'ordinanza firmata dal vicensindaco, Gabriele Osio, "negli ultimi giorni, l'acqua che sgorga dalle sorgenti al servizio di una parte dell'acquedotto comunale si è ridotta considerevolmente". Per questo "attualmente, la continuità del servizio è mantenuta tramite l'utilizzo dell'acqua proveniente da fonti di riserva".
    Con il provvedimento, il Comune ordina agli abitanti di alcune frazioni (Perruchon, Grand-Mont-Blanc, Petitmont-Blanc, Coulin e Arbussey) di "bollire l'acqua prima di assumerla o di utilizzarla per scopi alimentari" e dispone la "riduzione al minimo del flusso delle fontane comunali", ricordando che "non possono essere chiuse totalmente a causa del rischio di gelo delle tubazioni".
    Secondo l'amministrazione comunale è quindi "indispensabile, a scopo precauzionale, adottare delle misure a tutela della salute pubblica, nell'attesa che venga ripristinata l'erogazione ordinaria o comunque che si proceda all'effettuazione di analisi sulle acque". 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza