Valle d'Aosta
  1. ANSA.it
  2. Valle d'Aosta
  3. Covid, casi in scuole Vda: 3 classi primaria in quarantena

Covid, casi in scuole Vda: 3 classi primaria in quarantena

Anche due sezioni Infanzia, Caveri 'sforzo corale per apertura'

In Valle d'Aosta dieci classi di scuola primaria sono in sorveglianza sanitaria e due classi di scuola media sono in auto-sorveglianza in quanto è stato segnalato un caso di positività. Inoltre due sezioni di scuola dell'infanzia e tre classi di scuola primaria sono state poste in quarantena e una classe di scuola media sta svolgendo la didattica digitale integrata in quanto sono stati segnalati due casi di positività nella classe. Il quadro, aggiornato a ieri, è reso noto dall'assessorato dell'Istruzione.
    In base a una rilevazione effettuata dalla Sovraintendenza agli studi il 10 gennaio, il 5,8 per cento degli studenti in Valle d'Aosta risulta in didattica a distanza o in didattica digitale integrata. Per ciò che riguarda il personale docente, il 2,9 per cento è sospeso in relazione all'obbligo vaccinale Covid-19, il 6,2 per cento è assente per quarantena o isolamento Covid-19 e il 6,7 per cento è assente per altri motivi (come aspettativa e malattia). Quanto al personale amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata) lo 0,9 per cento è sospeso, il 4,5 per cento è assente per quarantena o isolamento e il 2,9% è assente per altri motivi.
    "Lo sforzo per mantenere le scuole aperte è corale e deriva dalla consapevolezza che passare tutti in Dad sarebbe una scelta in questa fase contraria ad una politica che in Valle d'Aosta è stata perseguita con convinzione a beneficio degli studenti", spiega l'assessore Luciano Caveri.
    "Conosco le difficoltà e lo sforzo dei diversi soggetti nelle scuole - prosegue Caveri - e l'incontro di oggi con i dirigenti scolastici, così come la presa d'atto dei dati già avvenuto in queste ore, serve per monitorare gli eventi. Il mondo della scuola segue le scelte sanitarie e questa pandemia ancora incombente comporta un evidente stress e preoccupazione per tutti. Ma bisogna avere bene in testa che la scuola, pur con qualche rischio, resta un servizio pubblico essenziale". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie