Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Valle d'Aosta
  1. ANSA.it
  2. Valle d'Aosta
  3. Mafia, Tar Vda conferma interdittiva a società noleggio auto

Mafia, Tar Vda conferma interdittiva a società noleggio auto

'Sede Aosta fittizia,familiari con pregiudizi di stampo mafioso'

Resta valida l'interdittiva antimafia emessa dal questore di Aosta, Ivo Morelli, nei confronti della Fly cars srls, azienda di noleggio veicoli con sede legale ad Aosta, in via Porta Praetoria. L'amministratore unico, residente in Calabria, aveva fatto ricorso al Tar della Valle d'Aosta contro il provvedimento datato 31 marzo 2021. I giudici amministrativi, che già avevano negato la sospensiva, oggi hanno bocciato la richiesta nel merito.
    "Sono stati analizzati - oltre ad alcuni elementi oggettivi riguardanti l'impresa tra cui la natura fittizia o formale della sede legale - per un verso, le posizioni giuridiche dei familiari" che sono, si legge nella sentenza, "tutti gravati da segnalazioni e pregiudizi penali anche di stampo mafioso, nonché gli stabili intrecci di interessi economici" con un "altro soggetto con precedenti per l'art. 416 bis c.p (associazione di tipo mafioso, ndr)". In questo senso "le significative frequentazioni che, così come puntualmente descritte in interdittiva, hanno assoluto rilievo nel campo delle tutele antimafia, come per altro ribadito anche dalla recente giurisprudenza amministrativa".
    Nel provvedimento i giudici ricordano che la norma che disciplina le interdittive antimafia "non richiede che ci si trovi al cospetto di una impresa 'criminale', né si richiede la prova dell'intervenuta 'occupazione' mafiosa, né si presuppone l'accertamento di responsabilità penali in capo ai titolari dell'impresa sospettata, essendo sufficiente che dalle informazioni acquisite tramite gli Organi di Polizia si desuma un quadro indiziario che, complessivamente inteso, ma comunque plausibile, sia sintomatico del pericolo di un qualsivoglia collegamento tra l'impresa e la criminalità organizzata".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie