Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Covid: Usl, per ora zona bianca in Vda, ma cresce contagio

Covid: Usl, per ora zona bianca in Vda, ma cresce contagio

Meno del 2 per cento dei positivi attuali in ospedale

AOSTA, 01 gennaio 2022, 19:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Un ricovero in più in Terapia intensiva e superiamo i parametri del passaggio di colore, al momento però dovremmo riuscire a rimanere in zona bianca per la prossima settimana, poi da Roma valuteranno". Lo dice il direttore sanitario dell'Usl Guido Giardini.
    In Valle d'Aosta il dato sulla Terapia intensiva è l'unico a non sforare le soglie stabilite dal Governo per il passaggio di colore: sono ricoverate tre persone, al quarto ingresso si supera il 10 per cento del parametro previsto.
    Il numero di "pazienti ospedalizzati sul totale dei contagiati attuali, frutto anche di un altissimo numero di tamponi, ha una percentuale sotto il 2 per cento. Merito dei vaccini e degli anticorpi monoclonali, fattori che ci permettono di essere ancora in zona bianca".
    Il 75 per cento "dei ricoverati non è vaccinato - prosegue Giardini - con una media di età di 50 anni. Considerata la diffusività di questa variante è importante prenotare la terza dose o la prima per chi non l'ha ancora fatta". Sulle nuove regole per la quarantena dei contatti stretti "è indispensabile che tutti, chiamati all'autoresponsabilità, le rispettino comunicando in modo corretto i dati sulla propria situazione e attenendosi scrupolosamente alle misure di distanziamento, indossando mascherine Ffp2".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza