Precipita da parete, morta alpinista

Rotto ancoraggio su Aiguille Entreves, vittima è trentina

Un'alpinista trentina di 41 anni è morta oggi a causa di una caduta mentre scalava l'Aiguille d'Entreves, nel massiccio del Monte Bianco, al confine tra Francia e Italia. L'incidente è avvenuto verso le 12,30. La vittima, residente a Mezzolombardo, era in cordata con un'altra scalatrice, di 33 anni, di San Carlo Canavese (Torino). Le due stavano cercando di scendere sul ghiacciaio - dopo aver perso l'itinerario - quando, all'improvviso, un ancoraggio ha ceduto e la quarantunenne è precipitata per circa 40 metri, finendo nel crepaccio terminale. Sul posto è intervenuto il Peloton d'haute montagna di Chamonix che ha recuperato il corpo e l'ha trasportato a valle. La dinamica dell'incidente è stata ricostruita grazie alla testimonianza della scalatrice rimasta illesa sebbene sotto choc. Le due alpiniste - entrambe esperte e ben attrezzate - erano salite con la Skyway dal versante italiano del Monte Bianco per poi dirigersi all'Aiguille d'Entreves. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie