Fase 3: De Belli (Fp-Cgil),indennità sanitari non rinviabile

"Se non passasse con ddl chiederemmo una legge apposita"

L'indennità una tantum ai lavoratori dell'Usl coinvolti nell'emergenza Covid-19 "non è più procrastinabile". Lo dichiara Igor De Belli, segretario generale regionale Fp-Cgil, dopo che il Consiglio Valle ha respinto l'articolo 13 del disegno di legge 60 che prevedeva il bonus.
    "Mi auguro che in giornata si veda un altro emendamento", dice De Belli, "eravamo al corrente che c'era una proposta piuttosto trasversale di cambiarlo". Ma "se non passasse nulla oggi saremmo solerti nel chiedere alla politica che faccia una legge apposita", dato che "credo che la prima volta che abbiamo iniziato a chiedere la premialità fosse ad aprile". "Una disposizione di legge", specifica De Belli, "che quantifichi le risorse e le disponga in contrattazione con i sindacati".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie