Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Crescono i casi autismo diagnosticati al Serafico di Assisi

Crescono i casi autismo diagnosticati al Serafico di Assisi

Aumentati dell'11 per cento tra 2018 e il 2023

ASSISI (PERUGIA), 02 aprile 2024, 16:53

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Segnala un aumento dell'11 per cento dei casi di autismo rilevati tra il 2018 e il 2023, l'Istituto serafico di Assisi in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza su questo tema. La struttura umbra dal 1871 si pone come un "centro di eccellenza" nell'ambito della riabilitazione, della ricerca e dell'innovazione medico-scientifica per bambini e giovani adulti con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.
    Secondo i dati dell'Istituto - e riportati da un suo comunicato -, dall'esame delle valutazioni clinico-funzionali svolte nell'ultimo quinquennio, il 36% dei bambini e ragazzi che ha avuto accesso alla valutazione è risultato affetto da disturbi dello spettro autistico.
    "Ad oggi parlare di una vera e propria emergenza in merito ai disturbi dello spettro autistico è d'obbligo" spiega Gianni Lanfaloni, psicologo clinico e responsabile unità Dsa del Serafico. Il quale punta sulla necessità di una "diagnosi precoce che permette alla famiglia di iniziare fin da subito un percorso riabilitativo che permette di recuperare moltissimo".
    La presidente dell'istituto Serafico, Francesca Di Maolo, ha sottolineato la necessità di farlo "anche per le famiglie di queste persone, che hanno bisogno di essere guidate e seguite non solo fornendo loro servizi adeguati, ma anche attraverso percorsi che le supportino in tutte le fasi del percorso riabilitativo". "Il nostro Servizio sanitario nazionale - aggiunge - a volte si rivela insufficiente anche quando si ha la fortuna di avere una diagnosi precoce, perché la presa in carico, poi, è sempre molto complessa. Negli ultimi anni sono esplose le diagnosi di autismo e hanno portato al collasso i centri di neuropsichiatria di tutta Italia, facendo sentire il peso della carenza di personale specializzato. Un peso che portano sulle spalle soprattutto le famiglie".
    Il Serafico, che nell'ultimo anno ha aumentato le valutazioni clinico funzionali, invoca soprattutto la necessità di lavorare sull'aspetto multidisciplinare nell'ambito della presa in carico. " E' necessario - spiega ancora la presidente - assicurare una varietà di offerte sul piano dei servizi, affinché i percorsi riabilitativi non siano più frammentari come adesso".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza