Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tribunale diritti malato, cittadini sono esasperati

Tribunale diritti malato, cittadini sono esasperati

"Da gestione sfuggita di mano" sostengono

PERUGIA, 01 gennaio 2022, 15:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Mai avremmo immaginato, rientrando negli ospedali dell'Umbria, di ricevere così tante proteste dai cittadini, esasperati da una gestione sanitaria sfuggita completamente di mano ai nostri amministratori": lo denuncia CittadinanzAttiva Umbria-Tribunale per i diritti del malato che ha diffuso una nota "per trovare risposte alle tante sollecitazioni ricevute dai malati e dalle loro famiglie". "Non solo censure a chi è preposto alla governance della salute pubblica, ma anche un dito puntato verso quanti in piena pandemia, affrontano il problema della normativa anti Covid con superficialità" aggiunge l'Organismo.
    "Ad oggi vediamo ancora gente per strada e nei luoghi pubblici, senza mascherina - afferma CittadinanzAttiva-Tribunale per i diritti del malato - e spesso in pericolosi assembramenti; è evidente una colpevole mancanza di controlli per le strade e nei locali di ritrovo e persino ai Cup delle Aziende ospedaliere e Sanitarie".
    I responsabili del Tribunale rilevano altresì "le difficoltà insormontabili della rapidità delle prenotazioni dei vaccini, unite alla disorganizzazione nella esecuzione dei tamponi, i cui prezzi auspichiamo siano a breve calmierati".
    "Se non si prendono i giusti provvedimenti prevediamo liste d'attesa più lunghe di un anno fa, la gente è esasperata, ma non rassegnata perché convinta che è sacrosanto il diritto alla cure" sostiene ancora l'Organizzazione.
    La nota si conclude con una proposta indirizzata alla presidente Tesei e ai vertici dell'Assessorato alla Salute: "se non si riesce da soli a trovare una soluzione efficace si deve avere il buon senso, il coraggio e l'onestà di chiedere aiuto a chi ha le capacità di dispensarlo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza