Rettore,su vicenda Suarez non metto altri in tritacarne

"Chi mi contattò non era Paratici" sottolinea Oliviero

(ANSA) - PERUGIA, 24 SET - "Non metto altri nel tritacarne mediatico nel quale sono già finito io, assolutamente no": Maurizio Oliviero, rettore dell'Università degli Studi di Perugia, risponde così all'ANSA alla domanda di chi sia l'appartenente allo staff della Juventus che lo ha contattato per sapere dove Luis Suarez avrebbe potuto sostenere la prova per certificare la conoscenza della lingua italiana. "Se qualche Autorità me lo chiederà sono pronto a farlo, ma solo a loro" aggiunge. Oliviero ribadisce comunque che la persona che lo contattò non è il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici.
    "Paratici - spiega ancora Oliviero - l'ho sentito solo dopo l'esame di Suarez. Mi chiamò l'altra persona e mise il telefono in viva voce. Paratici parlò per pochi secondi dicendo che lo staff del calciatore gli aveva riferito di essere rimasto positivamente colpito dall'accoglienza ricevuta a Perugia.
    Perché ho indicato l'Università per Stranieri per l'esame? Perché è un'Istituzione della mia città e pensavo che la cosa potesse dargli ancora più lustro". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie