Umbria

Diffuso fumo passivo ambito domestico

Emerge da quadro diffuso da Usl in giornata non fumatori

E' ancora "rilevante" in Umbria l'esposizione al fumo passivo in ambito domestico. E' quanto emerge dal quadro diffuso in occasione della giornata nazionale per i diritti dei non fumatori, il 10 gennaio, dai servizi di Epidemiologia delle aziende sanitarie Usl Umbria 1 e 2 in base agli ultimi dati della sorveglianza di popolazione Passi (2015-'18).
    Riguardo all'esposizione al fumo passivo in ambito domestico, il 73% degli intervistati dichiara che nella propria abitazione è rispettato il divieto di fumo. Un'abitudine mantenuta anche fra coloro che vivono in case in cui sono presenti minori di 15 anni, dove "solo il 79%" - si legge in una nota diffusa dall'Usl 1 - dichiara di rispettare il divieto di fumo. Con l'Umbria che mostra percentuali più basse di case "libere da fumo" rispetto alla media italiana (83%).
    L'86% delle persone da 18 a 69 anni riferisce poi che il divieto di fumo è rispettato nei locali pubblici e il 91% lo è sempre o quasi sul luogo di lavoro.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie