Amico Riccetti, giustizia per Alessandro

Lo dice parlando a messa funebre, i presenti applaudono

(ANSA) - TERNI, 27 GEN - "Proveremo a farci forza, a ricompattarci ancora di più tra noi, i tuoi amici, caro Alessandro, per farti giustizia. Perchè è inaccettabile andarsene mentre si svolge il proprio dovere di lavoratore": a questo passaggio del discorso pronunciato da uno degli amici di Alessandro Riccetti, il 33enne receptionist morto al Rigopiano, in duomo a Terni durante la messa, le molte persone presenti al rito funebre hanno applaudito. Il giovane amico del receptionist ha ricordato alcuni episodi d'infanzia condivisi con Alessandro, per poi sottolineare "la grande solidarietà e umanità da parte dei soccorritori e delle altre famiglie" che sono state vicine a quella di Riccetti. "Sarai per noi la nostra guida, il nostro angelo, il tuo sorriso rimarrà in tutti noi", ha detto un'amica di Maria Chiara, la sorella di Alessandro, parlando a nome dei parenti del 33enne ternano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie