Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trovato un gabbiano positivo all'aviaria in Trentino

Trovato un gabbiano positivo all'aviaria in Trentino

Zanotelli: "Stiamo monitorando la situazione"

TRENTO, 27 febbraio 2023, 12:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nei giorni scorsi è stato raccolto in valle dei Laghi, in Trentino, un gabbiano risultato positivo al virus dell'influenza aviaria. Il virus ha colpito alcune comunità di gabbiani che vivono sulle rive del lago di Garda, in particolare sul lato bresciano. Lo rende noto l'Azienda sanitaria di Trento (Apss).
    "Stiamo monitorando la situazione tramite l'Apss e l'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, il centro di competenza territoriale individuato a livello nazionale, e siamo in contatto con i colleghi della Regione Lombardia e della Regione del Veneto. Al momento la situazione è sotto controllo ma raccomando prudenza per l'elevato numero di ritrovamenti nei territori confinanti", afferma l'assessore all'agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli.
    Il virus - informa l'azienda sanitaria - di solito non infetta l'uomo, ma sono possibili sporadici casi di infezione umana in seguito di contatti diretti con animali infetti o le loro escrezioni. Si invita la popolazione a segnalare alle unità operative di igiene e sanità pubblica dell'Apss qualsiasi moria anomala del pollame allevato e si raccomanda, soprattutto nella zona interessata dal rinvenimento del gabbiano infetto, di mantenere il più possibile al chiuso il pollame allevato per evitare contatti con altri volatili selvatici. Inoltre si invita di segnalare al Corpo forestale il rinvenimento di carcasse di volatili, soprattutto se si tratta di un fenomeno che riguarda un certo numero di uccelli, evitando il contatto diretto.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza