Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nuovo modello matematico per la diagnosi precoce dell'Alzheimer

Nuovo modello matematico per la diagnosi precoce dell'Alzheimer

Frutto di uno studio della Scuola Sant'Anna e del Careggi

PISA, 20 febbraio 2024, 16:52

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Uno studio coordinato dall'Istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa in collaborazione con l'Azienda ospedaliero-universitaria Careggi di Firenze ha sviluppato un nuovo metodo per ottenere la diagnosi precoce dell'Alzheimer: combinare l'elettroencefalogramma e i modelli matematici. La ricerca, pubblicata sulla rivista 'Alzheimer's & Dementia: Diagnosis, Assessment & Disease Monitoring (Dadm)', ha l'obiettivo di trovare una diagnosi precoce del morbo di Alzheimer.
    La diagnosi di questa patologia, si ricorda dal Sant'Anna, arriva spesso solo quando i sintomi sono evidenti. "Il nuovo metodo, sviluppato grazie ai finanziamenti del progetto Preview della Regione Toscana coordinato dall'Aou Careggi e del progetto Pnrr Mnesys - si afferma dalla S.Anna -, può invece aiutare a formulare una diagnosi precoce basandosi solo sull'elettroencefalogramma". "Abbiamo analizzato l'elettroencefalogramma di oltre 100 pazienti affetti da fasi prodromiche della malattia, quindi prima dell'insorgere dei sintomi - spiega Lorenzo Gaetano Amato, studente Phd dell'Istituto di biorobotica e primo autore dello studio - Basandoci su questa analisi abbiamo sviluppato un modello matematico in grado di simulare quello che avviene nel cervello dei pazienti". Risolvendo le equazioni che descrivono l'evoluzione della malattia nel tempo, il modello matematico genera un elettroencefalogramma virtuale che i ricercatori hanno confrontato con i dati reali per determinare il grado di avanzamento della malattia di ogni paziente.
    "Il modello - aggiunge Amato - ci ha permesso di identificare la malattia prima dell'insorgenza dei sintomi, il tutto con un semplice esame non invasivo". "Individuare le forme di malattia di Alzheimer in uno stadio molto precoce, anche nelle fasi minimamente sintomatiche - osserva Valentina Bessi, neurologa dell'Aou Careggi e coordinatrice del progetto Preview - rappresenta un target ideale per le future terapie in grado di cambiare il decorso della malattia". "Siamo ormai in grado - conclude Alberto Mazzoni, ricercatore dell'Istituto di biorobotica e responsabile dello studio - di sviluppare non solo modelli matematici del cervello medio (che non esiste), ma modelli personalizzati dei cervelli individuali dei vari pazienti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza